Passeggiare nel verde sognando a cinque cerchi

Torna alle altre Fotonotizie e Fotogallery
  • Passeggiare nel verde è espressione che a Benevento, talora, va presa alla lettera. Il suono delle foglie e degli aghiformi sotto le scarpe di primo mattino ricorda il napalm di cui si inebriava Robert Duvall, e l'uscita per godere del fresco dell'ora (l'unico possibile, in questi giorni) è un piacevole esercizio fisico ed in fondo nel suo svolgersi coltiva l'illusione di preparare una prossima specialità olimpica, la gimkana – che consiste in un naturale percorso ad handicap sia esso di testa che di piedi. E la cui esaltazione è nell'ultimo passo, che non può non far riaffiorare dalla memoria un altro cimento del quale di recente sono state tessute le lodi a cinque cerchi: il salto ad ostacoli. Si dirà: ma è proprio dell'equitazione. Indubbiamente, eppure la modesta immagine a corredo di queste poche righe ha un valore liberatorio e democratico ed esperenziale nel suo tentativo di far comprendere all'uomo quanto sia difficile il compito del cavallo posto dinanzi alla barriera per di più con un peso sulle spalle.