Psicologia, l'Unifortunato amplia la sua offerta formativa

- Scuole Università - Comunicato stampa

Con il nuovo anno accademico 2022/2023 L’Università Giustino Fortunato amplifica la propria offerta formativa inserendo nel corso di Laurea Magistrale in Psicologia Comportamentale e Cognitiva l’esame di Psicologia della Disabilità e della Riabilitazione. Il nuovo corso è stato affidato a Elena Iannotti, fino allo scorso anno docente di Teoria dei Test Psicologici presso lo stesso Ateneo. La docente, Psicologa - Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale e Responsabile di Trattamenti Riabilitativi in diverse strutture del territorio ha esperienza decennale in Diagnosi, Trattamento e Riabilitazione nell’area evolutiva e geriatrica. Negli ultimi anni, in collaborazione con Organismi Pubblici e Accademici, si è impegnata nell’attivazione di progetti di ricerca sperimentali di Terapia Assistita con il Cavallo e Riabilitazione Equestre.

Con finalità terapeutiche e sociali, ha fondato l’Associazione NITRI’ promuovendo l’utilizzo dell’ambiente setting rurale e il contatto con gli animali come potenti strumenti pedagogici e riabilitativi per interventi rivolti sia a persone diversamente abili che a coloro che si trovano in condizioni di svantaggio fisico, psicologico, emotivo e sociale: “L’Università Giustino Fortunato - ricorda nella nota diffusa alla stampa - ha da sempre mostrato interesse e sostegno concreto alla disabilità promuovendo eventi e importanti progetti di ricerca rivolti al miglioramento e alla semplificazione della vita di persone con disabilità. Questo corso si pone come principale obiettivo quello di contribuire alla formazione di professionisti che sappiano lavorare nel campo della disabilità e della riabilitazione trattando lo sviluppo atipico nelle sue diverse manifestazioni e affrontando i principali interventi riabilitativi-educativi ma soprattutto l’obiettivo è quello di promuovere la comprensione delle relazioni fra disabilità e contesti di vita con particolare attenzione al contesto familiare, scolastico, sportivo e ai principi fondamentali dell’inclusione”.