Azione e +Europa: impegno sui referendum del 12 giugno

- Politica Istituzioni - Comunicato stampa

Scrive l'area comunicazione locale dei due partiti: Azione e +Europa conducono da sempre battaglie per una giustizia liberale: i cinque quesiti del referendum del prossimo 12 giugno, dopo le riforme del governo Draghi realizzate in sede parlamentare, sono tasselli importanti per stimolare altri miglioramenti per tutti i cittadini italiani. Ci sono infatti ancora tante situazioni di ingiustizia, all’interno del sistema giudiziario: ad esempio ad oggi non esiste una responsabilità civile diretta per i magistrati per cui il cittadino che abbia subito un danno derivante da una causa non può rivalersi direttamente sul magistrato, ma indirettamente contro lo Stato. Dall’altra parte invece negli ultimi 30 anni oltre 30.000 persone hanno ricevuto un indennizzo dallo Stato per ingiusta detenzione e la spesa che noi contribuenti abbiamo dovuto sostenere per questi risarcimenti ammonta a quasi 900 milioni di euro.

Inoltre crediamo che lo Stato abbia anche il dovere di restituire immagine e reputazione, dopo il linciaggio mediatico, a chi è entrato nell’ingranaggio giudiziario e ne è uscito da innocente: per questo, su proposta di Azione e +Europa, sono state approvate la legge sul rimborso delle spese legali agli assolti e la legge che prevede il diritto all’oblio per chi sia stato prosciolto o assolto.

Per sensibilizzare su questi temi, i gruppi di Azione e +Europa di Benevento invitano quindi la cittadinanza Beneventana domenica 29 maggio 2022 (dalle ore 17 alle ore 20) ai giardini Arcos per sensibilizzare sui cinque referendum del prossimo 12 giugno 2022.