Al S.A.I. di Molinara l'integrazione funziona

- Solidarietà - Comunicato stampa

Pauline Ene Ameh, beneficiaria del S.A.I. di Molinara da quasi quattro anni ma ormai molinarese a tutti gli effetti, entra nel mondo del lavoro. Grazie al sistema di accoglienza e integrazione e soprattutto alla sua passione e dedizione all'assistenza alle persone, ha conseguito l'esame finale con diploma del corso OSS. Un percorso che inizia nel dicembre del 2020 presso il Centro Elite Moriello s.r.l., Scuola di Formazione di Benevento e partner del S.A.I. di Molinara. Dopo circa un anno di studio e di tirocinio presso la Casa di Riposo (C.A.R.P.A.) del comune fortorino, Pauline raggiunge finalmente uno dei suoi obiettivi: avere l'opportunità di lavorare nell'ambito assistenziale, aiutando le persone anziane.

"Sono queste le occasioni in cui un progetto come il S.A.I., nel quale crediamo fortemente come Amministrazione, diventa reale. Parliamo di vicende che si intrecciano con la vita quotidiana della nostra comunità e del nostro territorio. Pauline ne è l'esempio perfetto": queste, affidate ad una nota, le parole del Sindaco Giuseppe Addabbo. Soddisfazione da parte dell'equipe del S.A.I., orgogliosa del percorso intrapreso dalla nuova OSS ma anche di tutte le attività che vengono portate avanti quotidianamente. Attività volte a garantire un futuro migliore per i beneficiari.

Il S.A.I. si sta pertanto dimostrando capace di trasmettere ad ogni componente valori e senso di appartenenza nei confronti della comunità molinarese e di indirizzarlo verso un percorso mirato all'autonomia, come nel caso di Pauline. "Con il S.A.I. mandiamo un messaggio importante dal punto di vista umano. Un ente del genere dà infatti a persone svantaggiate nei loro Paesi la possibilità di trovare qui un approdo felice. Di questo ne siamo entusiasti come paese e come territorio per arricchirci e crescere a livello demografico, culturale e sociale. I migliori auguri a Pauline da parte dell'Amministrazione", ha concluso il sindaco.