Potere al Popolo Sannio: non rassegniamoci al 'sistema Benevento'

- Politica Istituzioni - Comunicato stampa

Scrive Potere al Popolo Sannio: La settimana scorsa si era aperta con l’arresto del Presidente della Provincia Di Maria, cui si contestano una serie di reati legati a diversi appalti; quest’altra si è aperta invece con la Procura che sequestra denaro e beni per un valore complessivo di oltre 78 milioni di euro alla Ge.Se.Sa., nell’ambito di un’indagine dalla quale emergerebbe come i dirigenti abbiano evitato di far costruire e riparare gli impianti di depurazione necessari, in modo tale da far realizzare un enorme profitto all’azienda (verosimilmente per ottenere bonus economici personali). Mentre leggiamo le stucchevoli reazioni indignate e accusatorie da parte di chi c’era e poteva vigilare verso chi c’era e doveva vigilare, crediamo che la cosa peggiore di tutta questa situazione è il generale senso di rassegnazione che si viene sempre a creare e su cui l’attuale sistema politico feudale si fonda per intero, impedendo ogni vero cambiamento.

Noi siamo figli di questa terra e ce lo abbiamo marchiato fin nelle ossa (...) Noi siamo qui per dire che rassegnarci non è qualcosa che possiamo permetterci, noi siamo qua per dire che non condividiamo l’arroganza di queste persone e che non possiamo concedergli di assolverli in nessun modo, non bisogna concedergli nessuna attenuante: non ci sono zone grigie nell’amministrazione delle risorse pubbliche; pertanto, si può solo essere arrabbiati con chi avvelena il nostro territorio, oppure si è parte del problema.

Detto ciò, vorremmo evidenziare come, almeno per quanto riguarda la questione della Ge. Se. Sa., il problema sia squisitamente politico e ideologico: non vi è dubbio alcuno che se la Ge.Se.Sa. fosse un ente pubblico al 100% e non rispondesse a dinamiche tipiche degli enti privati, la situazione odierna non si sarebbe nemmeno potuta verificare. Durante la recente campagna elettorale per le elezioni amministrative, il tema è stato avanzato dal Comitato Sannita Acqua Bene Comune e raccolto da un solo candidato Sindaco, mentre ci risulta essere stato opportunamente evitato da parte degli altri contendenti e ad ogni modo è rimasto un tema molto marginale nel dibattito pubblico locale. Pertanto, vorremmo esortare tutti i figli del Sannio a non lasciarsi mai convincere del fatto che non si può fare nulla, che tutte le forze politiche siano uguali e conniventi, ma soprattutto di non credere mai che non si possa fare nulla o di essere da soli contro la barbarie.