De Gennaro: i pericoli, a Benevento, arrivano dal basso...

- Politica Istituzioni - Comunicato stampa

Scrive Carmine De Gennaro, Presidente onorario movimento Benevento città verde-Contro il taglio indiscriminato degli alberi : Oggi è arrivata la notizia di un rischio vero per pedoni e automobilisti. Nei pressi dell’incrocio con semafori attiguo alla chiesa di Capodimonte trovasi pericolosamente inclinato e in fase di caduta un grosso palo metallico della pubblica illuminazione. E’ stato immediatamente avvisato il comandante della Polizia Municipale Fioravante Bosco… E meno male che non ci sono stati danni a persone o cose… Che dire? La sicurezza della città di Benevento è legata anche alla stabilità di tutto quello che è in piedi. E che può cadere… Bene.

Adesso, alla luce di questa notizia del lampione che cade, bisognerebbe abbattere tutti i pali luce della città e, trovandosi, abbattere pure tutte le case dopo le scossette sismiche di Sassinoro di qualche ora fa, che non lasciano presagire nulla di buono. Potrebbe arrivare il terremoto o la giornataccia di maltempo estremo. I pali di pubblica illuminazione, le case e gli alberi possono cadere se non hanno stabilità strutturale, ci si può far male e si può anche morire per incidenti domestici o in auto. Girando per la città, a piedi o in auto o in moto, si corre il rischio più grosso, più verificabile, immediato e facile. Ci si può far male e rischiare di brutto per lo stato di marciapiedi e viabilità e bisognerebbe forse indossare il casco per il rischio di caduta di adulti e bambini a causa dello stato di detti manufatti con la connessa sporcizia quasi permanente.

I pericoli, a Benevento arrivano dal basso. Dallo stato e dalla sporcizia di strade e marciapiedi. Non arrivano dall’alto… Non sarebbe più giusto e più opportuno, invece, valutare il rischio del territorio nel suo insieme trovando saggi rimedi piuttosto che diffondere panico e paure infondate e ingiustificate? Non basta e avanza la paura giustificata che infonde il virus? E’ inutile e inopportuno fasciarsi la testa per il nulla di rischi inesistenti o per niente probabili. Fateci capire, caro Mastella e cari Amministratori. Andando dietro a mille paure, cosa bisogna abbattere per prima a Benevento? Pali luce, case, alberi? O meglio, più semplicemente e più realisticamente, cosa dovete fare per rendere più vivibile e sicura la nostra città risolvendo, nel contempo, i tantissimi gravi problemi veri? Acqua, smog, depurazione, disoccupazione, scuola, sanità, il Covid, la ripresa economica…

Ne abbiamo di problemi…Tanta attenzione finora solo per il rischio di quello che può cadere...Per i pini che dovevano cadere, non sono caduti e non cadranno …E, invece, a sorpresa, sta per cadere un lampione… Lili Marleen tieniti lontana dai lampioni di Benevento...