Comunali - Terminal, parlano gli architetti: “Progetto solo nostro, polemica pretestuosa”

- Politica Istituzioni - Comunicato stampa

Scrivono gli architetti Francesco Carbone e Alfredo Chiariotti: “Leggiamo con stupore la nota di Gabriele Corona sulla presentazione alla stampa di ieri mattina del nostro progetto TIBE sull’area del Terminal e di Piazza Risorgimento. Il titolo dell’articolo è fuorviante e capzioso perché parla di “sponsorizzazione del progetto da parte di Civico 22”.

Ci preme chiarire i fatti, innanzitutto ribadendo di avere la piena paternità del progetto essendone stati gli ideatori ben 14 anni fa, con una iniziativa personale nata esclusivamente dalla volontà di contribuire alla rigenerazione di quell’area nodale, sulla quale già all’epoca esisteva un’accesa polemica, causata dalla totale mancanza di servizi, sollevata dall’Associazione Pendolari Sanniti.

Senza essere stati commissionati da nessuno, all’epoca (né ora), elaborammo una proposta progettuale completa. Essa era già rappresentata con piante, sezioni, rendering, un plastico oltre a relazioni, stime economiche, consulenze di aspetti archeologici, di fattibilità, catastali ed altro.

Circa 2 anni fa il progetto fu presentato a Pasquale Basile, all’epoca cofondatore di Civico22, ritenendo che egli potesse essere un interlocutore valido per veicolare il nostro progetto alla più ampia platea possibile. Insieme a Basile organizzammo una presentazione pubblica ed, in qualità di progettisti, decidemmo, così, di consentire la possibilità di divulgare il progetto attraverso i propri canali social.

In seguito nacque l’idea di realizzare alcuni video, in particolare 4, per i quali fu incaricato su nostra indicazione, un collega napoletano di nostra conoscenza. Egli fu coordinato nell’ideazione e nella realizzazione da noi stessi che ci impegnammo nell’impresa in prima persona con notevoli sforzi e risorse. Il video a cui Corona fa riferimento nell’articolo, è bene chiarire, è il prodotto di un montaggio di vari contenuti di cui i succitati 4 video ne sono solo una parte. In esso sono presenti anche nostre interviste, animazioni, musica, immagini e testo che ne fanno un’opera anch’essa interamente ideata, coordinata e realizzata da noi, gli unici ideatori del progetto Tibe, di cui coniammo anche il nome.

La presentazione di questo video ha dato una eco al progetto stesso ma anche ai divulgatori che ne hanno tratto un sicuro vantaggio mediatico attraverso diverse migliaia di visualizzazioni sulla propria pagina facebook.

Chiarito questo è bene affermare anche che, a scanso di ogni prevedibile polemica (puntualmente verificatasi), nella presentazione di ieri mattina abbiamo deciso di rappresentare il progetto ‘soltanto’ attraverso il già cospicuo materiale grafico e video di nostra esclusiva produzione.

Inoltre nella citata conferenza di Alternativa per Benevento con Luigi Diego Perifano, alla quale Corona non era presente, Pasquale Basile ha ricordato il percorso di comunicazione del progetto citando anche Civico22.

Il nostro unico intento, in questo percorso di partecipazione, è sempre stato ed è tuttora quello di rendere il progetto patrimonio della città di Benevento e creare spunti di riflessione e di dibattito anche su altre aree della città, e lasciare inascoltate sterili e pretestuose polemiche che rischiano di spostare il dibattito su argomenti di ben minore importanza. Tanto era dovuto, Francesco Carbone e Alfredo Chiariotti”.