USB critica sulla carenze di personale nell'ospedale San Pio

- Ambiente Sanità - Comunicato stampa

Alfonso De Martino, per la Federazione provinciale di Benevento del sindacato USB, ha inviato un comunicato sulla carenza di personale nell'azienda ospedaliera "San Pio" di Benevento. In essa tra l'altro si legge: "... Non c’è volontà di assumere; dei 70 Operatori Socio Sanitari previsti, ancora 10 mancano all’appello, ai quali bisogna aggiungere almeno altre 70 unità Ausiliarie occorrenti; delle promesse 44 nuove unità di Infermieri Professionali, che sarebbero dovute arrivare 1° Maggio, poi slittate al 1° Giugno, sembrerebbe che solo una decina hanno preso servizio nel corso del mese tra l’altro con contratto di lavoro a termine, mentre si bandiscono concorsi per amministrativi, dimenticando tecnici e medici in pianta stabile.

In questa Azienda è ormai assodato che si privilegiano i contratti di somministrazione, di Co Co Co e quant’altro, invece di prevedere un piano di Assunzioni a tempo indeterminato che consenta il rilancio della Azienda e lo riporti quanto meno ai livelli quantitativi e qualitativi di eccellenza, che questa struttura poteva vantare nei primi anni 2000.

Fino ad oggi è bastato bloccare i ricoveri ordinari, chiudere alcuni reparti spostando il personale in aree Covid per sopperire alle carenze, la USB si chiede e lo chiede principalmente alla collettività, quando ritornerà, speriamo presto, la normalità, che Sanità ci ritroveremo? Forse con le stesse carenze precedenti il Covid, che costringevano l’utenza Sannita a lunghe attese o peregrinare per un posto letto in altre Province e Regioni?...".