Un sannita al vertice del Sap in Toscana

- Cronaca - Comunicato stampa

Organizzato dalla Segreteria Regionale Toscana del Sindacato Autonomo di Polizia Sap, si è svolto presso la Sala Conferenze del Complesso “Pallavicini” di Pistoia un convegno sul tema importante ed attuale della sicurezza partecipata, con i qualificati interventi, come relatori, del Sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi, del Consigliere Regionale della Toscana Marco Niccolai, del Senatore della Repubblica Manuel Vescovi e del Questore della Provincia di Pistoia Salvatore La Porta. A seguire, in presenza del Segretario Generale Stefano Paoloni, si sono tenuti i lavori del IX Congresso Regionale ed i delegati, in rappresentanza di tutte le province della Toscana, hanno eletto la nuova Segreteria Regionale, tra i cui componenti figura come Segretario Generale Regionale Aggiunto Michele Pengue, Ispettore Superiore della Polizia di Stato, 50 anni, sposato, un figlio, originario di Guardia Sanframondi.

Il neo-eletto Segretario - ricorda la nota diffusa alla stampa - ha conseguito il Diploma di Laurea in Scienze Politiche e Sociali, il Diploma di Master Post Laurea in Pubblica Amministrazione, il Diploma di Consigliere Qualificato in Diritto Internazionale Umanitario ed ha frequentato il Corso di Alta Formazione sul contrasto al Terrorismo Internazionale ed il Corso in Criminologia, Investigazioni e Security. Inoltre, è stato insignito dal Ministero dell’Interno delle onorificenze della Medaglia d’Oro per Merito di Servizio e della Croce di Bronzo per Anzianità di Servizio. Il suo percorso professionale si è costruito nelle Specialità della Polizia di Stato (Sezione Polizia Stradale di Avellino e Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Toscana di Firenze) e nella Questura di Firenze, dove ha lavorato presso la D.I.G.O.S. e la Divisione Polizia Anticrimine. Michele Pengue, nel ringraziare i delegati per la loro fiducia e per il prestigioso incarico conferitogli, ha affermato che non farà mai venire meno il suo impegno per la tutela dei diritti, degli interessi collettivi e della dignità professionale degli iscritti, potendo contare su una struttura con un gruppo dirigente forte e coeso, sul supporto di Segreterie Provinciali ben organizzate e di una Segreteria Nazionale efficiente e sempre attenta e pronta a recepire le istanze e le problematiche ad essa segnalate.