Bagno di folla ieri sera a Benevento per l'esibizione dal vivo di Enzo Savastano

- Cultura Spettacolo di Teresa Agovino
Enzo Savastano
Enzo Savastano

In tempi non sospetti l'abbiamo intervistato. Lo abbiamo poi seguito nel backstage di un video natalizio. Ora questo concerto live intitolato 'VoceCuore tour'. Il 'fenomeno Savastano' ha spopolato tra i giovani beneventani. E la fama di Enzo è in continua crescita, a giudicare dal gran numero di persone presenti ieri sera al suo primo concerto dal vivo, tenutosi al Morgana Music Club di Benevento. Siamo riusciti a raggiungere il popolare cantante tra le prime file solo per qualche minuto, e lui, entrando scortato da due guardie del corpo ci ha riconosciuto e salutato con un lieve gesto della mano. Un ragazzo che si è fatto da sé, restando sempre l'umile neomelodico di Riva del Garda, cresciuto a Benevento e innamoratosi di questa città e della sua gente.

Un amore con la 'A' maiuscola, ricambiato dai suoi numerosissimi fans, anche da quelli che ieri sera non potendo essere presenti hanno dovuto seguire il loro idolo in diretta streaming. La diretta è stata trasmessa su scala mondiale; qualche problema, pare ci sia stato solo in Siberia, dove il gelo ha interrotto la trasmissione wi-fi per qualche minuto, impedendo ai telespettatori di ascoltare il loro idolo esibirsi in "Mannaggia a' Marozz'" una delle sue hit più note, e in alcune località della Cina, dove è stata vietata per l'impegno politico del cantante a favore del ripristino dei palloni 'SuperSantos' nelle piazze. Non siamo purtroppo riusciti ad avvicinare l'idolo del momento per un'intervista, ma abbiamo 'rubato' qualche dichiarazione a Rosa Razzano, organizzatrice dell'evento.

"Non ci aspettavamo un tale bagno di folla - ha detto la Razzano - in effetti una cosa del genere non succedeva dagli esordi del giovane Elton John qui al Morgana"; e in parte forse, il maestro Savastano poteva ricordare gli esordi della pop star inglese, con una maglia fatta di orologi e un pellicciotto (sintetico) bianco, ha cantato ininterrottamente per due ore, scaldato dal calore del suo pubblico e accompagnato dalla sua band, oltre che dall'immancabile amico di sempre Lello Sorice Junior.

Che dire, Enzo, continua così, la strada è lunga, ma la tua bravura e la tua limousine fucsia sapranno affrontare bene ogni curva. "Un kiss dal Vaglio!"