Nel giorno nero per i mastelliani, l’umoristica vicenda delle ordinanze emanate e ritirate da Comune e Provincia

- Opinioni IlVaglio.it
Nino Lombardi e Clemente Mastella
Nino Lombardi e Clemente Mastella

Nel bailamme elettorale di una uggiosa domenica d'autunno, Benevento conserva la solida capacità di strappare un sorriso, ristoro minimo fra le lacrime d'una pioggia incessante e spia che misura il tasso di fedeltà istituzionale. E' stata una maledetta domenica, per tanti versi, il più preoccupante dei quali ha assunto – per il sindaco Mastella – il colore arancione dell'allerta meteo, prima ovviamente del viola paonazzo all'esito dei risultati venuti fuori dalle urne. Colore e clima generano un automatismo conosciuto, la pubblicazione di una Ordinanza improntata alla massima prudenza (d'altra parte è ancora vivido il ricordo di quanto accaduto il 15 settembre nelle Marche), con la quale è disposta una serie di chiusure, scuole comprese. E uffici pubblici, pure, stando al riflesso che giunge dalla Rocca dei Rettori: Gli Uffici della Provincia di Benevento saranno chiusi al pubblico domani 26 settembre 2022 in esecuzione dell'Ordinanza di Protezione Civile firmata dal Sindaco del capoluogo sannita ...

Dunque, la dimostrazione plateale di una sintonia operativa sull'asse Mastella-Lombardi, presidente della Provincia. Asse talmente efficace al punto di generare ironia piuttosto che sconforto all'atto del ritiro da parte del sindaco della precedente Ordinanza (98393), sostituita dall’Ordinanza 98421, nella quale si cassa il passo sugli uffici pubblici. Dalla Provincia infatti rimbalza l'eco immediata della riapertura degli uffici in base a quanto disposto dal sindaco a correzione: “A seguito dell'ultima Ordinanza in materia di allerta meteo firmata dal Sindaco di Benevento che rettifica parzialmente la precedente firmata anch'essa in data odierna, gli Uffici della Provincia, contrariamente a quanto già comunicato, saranno aperti al pubblico, . ... “).

Mai visti prima uffici chiusi e riaperti con tale velocità (due ore di gioia e seguente dolore): con sprezzo del pericolo umoristico, insomma, il feeling fra palazzo Mosti e Rocca dei Rettori tiene alla perfezione. Certo, in via più generale, se la stessa velocità l'avesse quell'insieme di accidenti amministrativi che chiamiamo 'burocrazia', quest'ultimo termine imboccherebbe il binario morto della desuetudine.