Mazza e palline, i beneventani si arrangino... La trovata elettorale strabiliante del campo da golf

- Opinioni IlVaglio.it

E' decisamente vero, e tollerato perché certe difese alla fine cedono di schianto, che le campagne elettorali producano rodomontate delle quali, chiuse le urne, tutti si dimenticano in fretta: in genere, si promette la luna prima d'essere richiamata alla dura realtà dei piedi in terra. E campagna elettorale, come ben sappiamo, è anche quella che sta strenuamente portando avanti Clemente Mastella nel sostenere il tentativo della consorte di ritornare in Parlamento attraverso la strettoia del collegio uninominale: lo fa nei modi più diversi, vestendo secondo le circostanze e le opportunità ora i panni del leader 'nazionale' della microformazione territoriale ‘Noi Di Centro’, ora quelli del sindaco di Benevento. Nel primo caso attraverso il presenzialismo sui media nazionali, nel secondo invece attraverso un’indefessa campagna di inaugurazioni d'opere pubbliche e promesse che mescolano con abilità la funzione istituzionale a quella propagandistica.

L'ultima trovata è davvero strabiliante: il campo da golf (leggi su IlVaglio.it) dove troveranno occupazione 135 addetti e dove convogliare frotte di assatanati turisti (danarosi, è da supporre). Nel terzo millennio, in un periodo di notorie vacche magre, Mastella riesce a riscrivere un pezzo di storia, che sia vero o meno, dell'ancien régime parafrasando Maria-Antonietta d'Asburgo Lorena nel suo rivolgersi al popolo affamato: “S'ils n'ont plus de pain, qu'ils mangent de la brioche” (se non hanno più pane, che mangino brioche). Qui a Benevento ci si arrangerà con mazza e palline. G.F.