Elezioni Politiche 2022 - Circoscrizioni e Collegi della provincia di Benevento – Note e comunicati odierni di liste e candidati

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

21 settembre - Dell'Aquila: Acqua bene comune: pubblica, democratica, per tutti - Nonostante i chiari esiti di una consultazione popolare, la rete idrica continua ad essere per la grande maggioranza in mano a privati, spesso multinazionali che hanno - per definizione - come primo obiettivo il profitto. Come possiamo accettare che profitto venga fatto sul bene primario per eccellenza? Come si può accettare che anche l’acqua venga mercificata, in un momento in cui la crisi climatica con le sue drammatiche conseguenze sulle nostre vite, nell’estate più calda mai registrata segnata da disastri ambientali e siccità? Attivisti, realtà istituzionali come l’ONU e personalità religiose come il Papa hanno messo in guardia a più riprese contro i rischi della privatizzazione dell’acqua. Se è necessario un serio piano di investimenti per il risparmio idrico, sia in ambito urbano che industriale, promuovendo il ciclo chiuso, con il riuso delle acque e quindi la riduzione dell’impatto degli scarichi sui fiumi e dello sfruttamento delle acque di falda, e contro la dispersione idrica dei nostri acquedotti che perdono il 40% di acqua, è necessario altresì inserire una volta per tutte una tutela nazionale, magari costituzionale, dell’acqua come bene pubblico, comune e inalienabile. Su cui nessun privato o azienda possa trarne profitto. E' quanto scrive Antonio Dell'Aquila, Capolista Alleanza Verdi Sinistra alla Camera dei Deputati per le province di Caserta e Benevento.

Noi Di centro, chiusura campagna elettorale - Venerdì 23 settembre, alle ore 19, a Benevento, a piazza Roma, si terrà la chiusura della campagna elettorale di Noi di Centro.Interverranno tutti i candidati alla Camera dei Deputati e al Senato. Concluderanno la senatrice Sandra Lonardo Mastella, candidata alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale Benevento-Caserta, e il segretario nazionale di Noi di Centro Clemente Mastella.

Lucio Lonardo (FI): attacchi beceri da Noi Di Centro - "Questa sofferta campagna elettorale per le Politiche volge ormai al termine ma non gli attacchi beceri. a volte ad personam, della formazione di Noi di Centro, al candidato di Forza Italia Francesco Rubano che ha il solo torto di interpretare il nuovo che avanza rispetto alle vecchie proposte di ex DC più volte riciclicatisi sotto le più disparate sigle e ideologie con l’unico obiettivo di dare una testimonianza in vita. Ricordo solo a me stesso che la Leader di questa neoformazione appena nella scorsa legislatura era stata gratificata di un seggio in Forza Italia, quella stessa formazione che oggi attacca con veemenza soprattutto nella persona del candidato di punta alla Camera dei deputati con accuse risibili che proprio per questo attirano di più l’attenzione dell’opinione pubblica... Il primo a dar via alle danze è stato il Consorte della candidata e Sindaco di Benevento che ha minacciato uno sciopero della fame per non essere adeguatamente introdotto nei palinsesti televisivi (eppure tranne che nella Pupa e il secchione li abbiamo visto più che in un reality show), strumento che, nel passato, in verità ha trovato motivazioni ben più nobili passando da quello di Gandhi, a quello delle così dette suffragette per il voto alle donne, a quello degli indipendentisti Irlandesi. Forse quello a cui si sarebbe potuto avvicinare, per assonanza di motivazioni, quello dell’allora leader Radicale Panella, il così detto sciopero dei cappuccini, il solo alimento permesso nel corso della performance. Poi siamo passati alle Crociate contro i candidati non residenti, che a dire del Nostro, vengono a prendere i voti e poi vanno via (lapsus freudiano visto che la Consorte ha fatto la stessa cosa in Forza Italia), dimenticando che all’epoca, da leader DC, ci ha ammannito la candidatura di Franca Falcucci a Cerreto e di Renzo Lusetti a Benevento. Infine la boutade più grande, l’accusa a Rubano di essere il Sindaco degli Autovelox dimenticando che esso è strumento di legge per la prevenzione per gli incidenti, spesso mortali, utilizzati dappertutto e quindi anche sulla Caianello. Anche Ceppaloni ha il suo Autovelox per intenderci, ma essere contrari a strumenti di controllo per condotte illegali ci porterebbe ad abolire anche l’alcol test, il drug test e via discorrendo : capisco che difficile est tacere cum doleas (è difficile tacere quando provi dolore, Cicerone), ma cercatevi delle argomentazioni più valide a meno che, con questo atteggiamento, non vogliate distogliere l’attenzione dalla vostra mancanza di progettualità e di attenzione sui temi di questo drammatico periodo: ma se anche doveste avere detta progettualità, non sareste di alcuna valenza propositiva qualora il fato dovesse concedervi una unità parlamentare che al limite potrebbe solo sbandierare alla Camera il cartello “Sandra c’è sempre”. Capisco però che con tutti questi sopralluoghi e pseudo inaugurazioni si perda un po' la lucidità, per cui mi permetto di consigliarvi una capatina anche al Mamozio di Piazza Duomo, al Malies, a Piazza Risorgimento dove è saltata la riqualificazione, al Viale dell’università dove non è mai partita quella dell’IMEVA, alla Stazione Centrale dove non si parla ancora di Terminal, all’Appia dove dovevano essere già collaudati i marciapiedi, alla Piscina coperta e all’Ostello della Gioventù di cui non si parla più, alle Contrade dove quanto promesso nella recente campagna elettorale non è stato mantenuto per i servizi (sic transit gloria mundi), alle piste ciclabili bacchettate da più di un tecnico qualificato per aver rilevato che avete convertito i marciapiedi in piste ciclabili pur in assenza di alternative alla circolazione pedonale. La più bella chicca è sempre l’ultima : spero che a breve nessuno debba vergognarsi per i pagamenti effettuati dall’Amministrazione Comunale dei debiti derivanti dal presunto dissesto in assenza dell’autorizzazione dell’Organismo Straordinario di liquidazione e in assenza di credibili criteri cronologici. Alla luce di quanto in premessa, a parere dello scrivente, avete superato e di molto i limiti dell’autovelox della decenza politica per cui spero vivamente che gli elettori vi diano lo stop definitivo alla circolazione.

Rubano, a Telese la chiusura della campagna elettorale - Venerdì 23 settembre alle ore 22.00 a Telese Terme, in Viale Minieri, si terrà la chiusura della campagna elettorale del candidato alla Camera dei deputati nel collegio uninominale Benevento-Alto Casertano, Francesco Maria Rubano. Presenzieranno l’On. Antonio Tajani, Coordinatore Nazionale Forza Italia e Candidato alla Camera dei deputati nel collegio plurinominale Caserta-Benevento, l’On. Fulvio Martusciello, Coordinatore regionale di Forza Italia e Amelia Forte, candidata alla Camera dei deputati nel collegio plurinominale Caserta-Benevento.

Panunzio: “Voto a Sandra Lonardo è voto utile per il territorio" - “Appare ormai evidente che la partita, nel collegio uninominale Benevento – Caserta della Camera dei Deputati, sia tra Noi di Centro e una destra leghista, ovvero tra la senatrice uscente Sandra Lonardo Mastella e il candidato di una Forza Italia ormai ostaggio della Lega. Con la riduzione del numero di Deputati e Senatori, nel Sannio si passerà da 6 parlamentari a 1 parlamentare eletto. Ecco perché è ancora più importante scegliere il rappresentante territoriale in Parlamento. Le tante istanze del nostro territorio non possono essere affidate a un signor nessuno calato dall’alto, ma vanno consegnate a chi ha dimostrato, negli anni, amore e impegno per il territorio, a chi è stato ed è sempre disponibile e vicino alle nostre comunità. Il mio appello è, dunque, al voto utile, è a votare Sandra Lonardo Mastella, candidata alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale Benevento-Caserta con Noi di Centro. Dobbiamo evitare che vinca una destra a trazione leghista. Anche il voto al Pd farebbe il gioco di una Lega sempre più antimeridionalista che ha rialzato la testa, pronta a votare una riforma in senso federalista che affosserebbe definitivamente il Mezzogiorno e le aree interne. Per votare, domenica 25 settembre, basta una croce sul simbolo di Noi di Centro”, così il consigliere comunale e provinciale Umberto Panunzio.

Airola, piazza gremita: entusiasmo alle stelle per Matera - La pioggia caduta nella prima serata di ieri non ha scoraggiato la platea. Una piazza Lombardi colma e appassionata ha partecipato l'incontro organizzato ad Airola da Domenico Matera, candidato per Fratelli d’Italia al Senato della Repubblica – listino proporzionale Collegio Campania 2 che racchiude le province di Avellino, Benevento, Caserta e Salerno. Un abbraccio affettuoso, sincero a testimonianza del rapporto costante e diretto che, in tutti questi anni, Matera ha sempre tenuto con il territorio. La condivisione del progetto politico, la stima trasversale di cui gode la persona alla luce di una condotta politica, umana e professionale sempre onesta e corretta: "sentimenti" che si sono tradotti in una piazza colma ed entusiasta che gli ha affidato, nella sua gente, con vera e convinta fiducia, le aspettative di un territorio che può e deve chiedere di più. Ben sapendo con quale forza e con quale tenacia ne saranno promosse le istanze. "Airola mi ha commosso - ha commentato Matera - A questa terra mi legano radici lontane, si sono consolidati rapporti di amicizia sincera e profonda stima. Grazie per questa calorosa dimostrazione d’affetto. Ricambierò la vostra fiducia dando il massimo per questa terra, difendendo i suoi interessi in ogni sede istituzionale e assemblea legislativa. Costruiamo adesso il futuro dei nostri territori". Questa sera, intanto, Mercoledi 21 Settembre, la carovana di Matera si sposta a Buonalbergo (Area Distributore Miele, ore 18:30) e a San Giorgio La Molara (Agriturismo Castello, ore 20:30).

Elezioni, Giovani Democratici: oggi confronto pubblico con Pepe, Camusso e Barca - “La campagna elettorale di queste politiche è ormai giunta a conclusione, restano gli ultimi nodi da sciogliere, soprattutto sul ruolo che giocheranno le giovani generazioni nel futuro Parlamento. È per questo motivo che come Federazione provinciale dei Giovani Democratici abbiamo deciso di promuovere un confronto pubblico tra rappresentanti di associazioni ed istituzioni giovanili (tra le quali Luca Polito, consigliere del forum regionale dei giovani) ed Antonella Pepe (candidata uninominale alla camera della coalizione di centrosinistra), Susanna Camusso (prima nel listino del proporzionale al senato) e Fabrizio Barca (già Ministro per il Sud). L'incontro si terrà questo pomeriggio alle ore 17 presso la Rocca dei Rettori nell'atrio inferiore. La cittadinanza e la stampa è invitata a partecipare”.

L'appello elettorale del vicesegretario provinciale Pd Canu - Il mio non vuole essere "l'appello al voto" ma l'appello a non esitare, l'appello ad informarsi, riflettere in maniera critica cercando di distinguere una proposta realizzabile da una "buttata" lì confidando nell'ingenuità altrui. Il nostro diritto al voto è sacrosanto e rappresenta uno dei pochi momenti in cui possiamo contribuire a cambiare le sorti di tutti noi. Chi non vota lascia che siano altri a decidere al posto suo. Chi non vota ha deciso di non decidere? No. Molto peggio. Ha semplicemente delegato il suo diritto ad altri. Si è privato volontariamente di uno dei più grandi diritti che fa di un Paese un Paese Democratico. Andiamo tutti a votare facendoci portavoce di chi sostiene la scienza, di chi vuole realmente contribuire alla lotta al cambiamento climatico come priorità assoluta, di chi crede che un nuovo progresso economico ed ecologico è possibile senza dover rinunciare all'ambiente in favore dell'economia o viceversa, consapevoli che economia ed ecologia vanno sempre insieme e mai separati. Serve una seria politica industriale e ambientale per rilanciare il nostro territorio attraverso il modello economico circolare, impianti di riciclo per i nostri rifiuti, biometano, energie rinnovabili, ricerca ed innovazione, agricoltura di precisione e modelli di governance altamente sostenibili. Basta dire NO a tutto senza alcuna cognizione di causa. Abbiamo necessità di un progresso che si fondi su giustizia ambientale e giustizia sociale per il rilancio del territorio e per la sua crescita a lungo termine. L'economia circolare può e deve essere il nostro volano di sviluppo. Il nostro più grande errore è stato quello di pensare che i due "pilastri", economia ed ecologia, fossero in contrasto tra di loro. Votare per dare voce a chi si batte per il benessere della persona nella sua totalità. La salute (mentale e fisica) deve essere garantita a tutti. Il modello dello psicologo di base deve essere esteso in tutte le regioni italiane ed in maniera strutturale così come è strutturale il sistema dei medici di base. La cura della persona passa per la mente e per il corpo. I giovani soprattutto sono tra i soggetti più a rischio nell'era post Covid. Lo psicologo e il medico di base così sono la prima difesa dello stato di salute di una Comunità. La prima linea che può fare la differenza nel prevenire e curare ma soprattutto nel PREVENIRE. Iniziamo a parlare in maniera concreta di assistenza strutturale psicologica. Tuttavia sono tante le battaglie da portare avanti con il nostro voto. La tutela ambientale è una priorità per lo sviluppo di un uovo modello economico basato sulla sostenibilità, circolarità delle risorse ed energia rinnovabile. Difendiamo poi Tutti i Diritti Civili e Sociali. Per dirla con un padre del Riformismo, Filppo Turati, «Le libertà sono tutte solidali, non se ne offende una senza offenderle tutte». Per questo dobbiamo combattere senza tregua l’astensionismo che le previsioni indicano, ancora una volta, come il primo partito. Il primo nemico della democrazia. In pochissimi sceglieranno per tutti. Questo è il primo ostacolo da superare. Andare a votare è il primo passo democratico. La Comunità Democratica che insieme a tanti altri rappresento sta vivendo un periodo non proprio felice e noi tutti ne siamo consapevoli. Mai come questa volta, la Segreteria Nazionale ha deciso di decidere senza ascoltare i tanti territori, dal Piemonte alla Sicilia. Cosa che va sempre condannata perché ‘tutto parte dai territori’ che dovrebbero essere sempre ascoltati, valorizzati e mai mortificati. Preso atto delle decisioni della Segreteria Nazionale, non possiamo fare altro che accettare la sfida, come sempre, mettendo tutto il resto in secondo piano. Il nostro impegno, specie in questi ultimi giorni, è la conquista ossessiva del voto nella vasta area degli indecisi, sulla base delle nostre idee e dei nostri valori. Siamo alle ultime battuta della campagna elettorale e noi del Partito Democratico continueremo a portare avanti i nostri Candidati, casa per casa, strada per strada, persona per persona. Ventre a terra, non ci risparmieremo un solo minuto per sostenerli Tutti. Susanna Camusso, Stefano Graziano, Angela Ianaro, Carlo Iannace, Antonella Pepe ed Erasmo Mortaruolo. Insieme possiamo, passo dopo passo. Voto dopo voto. La Comunità del Partito Democratico è pronta come sempre.

Pd: Pepe e Picierno in piazza Santa Maria - Oggi 21 settembre, alle ore 16.00 al Comitato elettorale di Antonella Pepe in Piazza Santa Maria a Benevento, l'europarlamentare e vicepresidente del Parlamento Europeo PINA PICIERNO terrà un punto stampa in vista delle elezioni politiche del prossimo 25 settembre.

Del Mese (Terzo Polo): “Azione-Iv con Calenda unico sbocco" - “La competenza professionale non è soltanto una condizione di prestigio, ma anche una questione di onestà”, diceva il teologo francese Gaston Courtois. A pochi giorni dal voto, il panorama sannita appare sempre più deludente e frastagliato. Ai candidati d’apparato, ai figuranti e alle manovre paternalistiche e clientelari, si affiancano voci, insistite, di intrecci e imboscate elettorali. Azione-Iv con Calenda rappresentano l’unico sbocco per chi voglia fare pulizia, superare il sistema di relazioni politiche consolidate bipartisan, e dare un futuro a Benevento, alle aree interne della Campania e all’intero Paese. Il merito, la competenza e le proposte fattibili e realizzabili sono le nostre uniche armi che offriamo ai cittadini, nella certezza che sapranno utilizzarle per spazzare via un ceto politico superato e non all’altezza del momento che tutti siamo chiamati a vivere con impegno, onore e amore per la propria terra. Così l’avv. Antonio Del Mese, candidato di Azione/ItaliaViva/Calenda alla Camera dei Deputati nel collegio Campania 2-U03.