Elezioni politiche e sommovimenti nei partiti: nel centrosinistra declina l'invito a ricandidarsi il deputato Del Basso De Caro

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Aveva incassato la disponibilità delle federazioni irpina e sannita, con quest'ultima ulteriormente sbilanciatasi nel richiedere un doppio 'spot', sia nell'uninominale che nel 'listino' del proporzionale in una posizione 'contendibile', ma il deputato sannita uscente del Pd Umberto Del Basso De Caro ha inteso rinunciare a candidarsi nuovamente in occasione della tornata di settembre prossimo. La decisione l'ha formalizzata con una lettera inviata ai segretari provinciali 'dem' di Avellino e Benevento (resa nota nella sua interezza da Anteprima 24). Dove ringrazia per la considerazione, che riflette l'importanza dell'attività svolta, e poi, in sintesi, ritiene “insussistenti le condizioni per un mio rinnovato impegno elettorale. Senza ipocrisia ribadisco che, con molto piacere, avrei accetto la proposta di candidatura, fatte salve le determinazioni di competenza della direzione nazionale, se il contesto fosse stato meno sfavorevole e se, come dicono gli esperti analisti, la candidatura fosse stata ‘contendibile'”. Non è dato sapere - ai comuni elettori/mortali che sanno leggere - il senso profondo di tale riflessione, ma semplicemente accettare la decisione.

Nella medesima giornata, inoltre (venerdì 11 agosto), ha diffuso una breve nota ai 'media' anche l'esponente di Fratelli d'Italia Sannio Ciro Vallone, testimone diretto di altra 'crisi' vocazionale. Infatti, ricorda di aver “ritirato la mia disponibilità alla candidatura alle prossime elezioni non pienamente in comunione con il programma elettorale, non essendoci più le condizioni idonee per poter esprimere un deputato sannita, dato che le scelte saranno a favore del territorio casertano, nel contempo mi sono autosospeso dalla carica di responsabile organizzazione del partito”. Certo che queste elezioni politiche ne provocano di sommovimenti...