Riconfermato il direttore generale dell’ASL di Benevento: auguri a lui e al Sannio che ha dimostrato di meritarlo…

- Politica Istituzioni di Carlo Panella

Esattamente un anno fa, l’ASL di Benevento ha smesso di dare, ufficialmente dal proprio sito, alla popolazione sannita, notizie sui numeri della pandemia da Covid. I lettori de IlVaglio.it lo sanno bene perché – ogni giorno, fino a ieri – su questo giornale l’abbiamo pubblicamente ricordato. Dopo averlo anche segnalato, con altri articoli, ai detentori dei maggiori poteri pubblici locali, nessuno escluso.

Questo blackout informativo è stato una caratteristica esclusiva dell’ASL di Benevento. Le altre ASL, a cominciare da tutte quelle campane, hanno puntualmente fornito dati sui contagi giornalieri, sui ricoverati, gli attualmente positivi, i deceduti e i guariti o dimessi.

Tutt’altro comportamento è stato quello dell’altra agenzia regionale sanitaria sannita, l’azienda ospedaliera “San Pio” di Benevento che, puntualmente e quotidianamente, ha emesso un bollettino sui ricoveri, i decessi e le dimissioni per guarigioni nel nosocomio, reparto per reparto e indicando anche la provenienze dei pazienti, se sanniti o se no: il manager dell’azienda ospedaliera non è stato riconfermato.

Solo queste cifre del “San Pio” (anche da prima del 22 giugno 2021) hanno potuto essere fornite alla cittadinanza dagli organi di informazione. IlVaglio.it, in più, ha scovato le altre due cifre sulla provincia di Benevento, ricavabili dal sul bollettino nazionale della Protezione Civile e le ha aggiunte nel proprio articolo quotidiano sullo stato della pandemia nel Sannio.
*
Esattamente un anno dopo quel 22 giugno, il manager dell’ASL di Benevento è stato riconfermato al suo posto dal presidente Vincenzo De Luca che ve lo aveva insediato. Nomina in perfetta concordanza (nell’antica Roma la si definiva “idem sentire”) con il popolo e i suoi maggiori rappresentanti istituzionali, tutti, che infatti mai hanno sollecitato a informare e non tacere pubblicamente e quotidianamente sulla diffusione del contagio.

La frase di Joseph De Maistre “Ogni popolo ha il governo che si merita” trova in questa vicenda sannita perfetta riconferma. E, lo ricordiamo incidentalmente, tale merito non vale solo per l’ASL: vale parimenti per la politica, le istituzioni e il Foro, l’imprenditoria e le professioni, il sindacato, le agenzie culturali, educative e informative, quelle sportive e ricreative. La fortuna ha baciato noi beneventani solo in un campo, quello calcistico, dove stiamo ottenendo, da tempo, molto di più di quanto avremmo meritato: l’eccezione che conferma la regola...
*
Le coincidenze nella data, a distanza di un anno, "obbligano…” a non continuare nella isolata e vana denuncia quotidiana. Spesso nella mia modesta storia giornalistica mi sono, per varie questioni e denunce, sentito come il mitico soldato giapponese che nella giungla continuava a combattere a guerra ormai conclusa. Stavolta, semplicemente, ne prendo atto e non insisterò più: formulo, dunque, al manager i migliori auguri per la riconfermata nomina e ai sanniti i migliori auguri nella, evidentemente gradita, permanenza nell’ignoranza sullo stato delle cose in materia di informazione ufficiale quotidiana sulla pandemia.