Il presidente del Benevento Vigorito lascia: titolo sportivo al sindaco

- Sport IlVaglio.it

"Il presidente Oreste Vigorito comunica alla città, alla tifoseria, alle Istituzioni e a tutti quelli che in questi anni di meravigliosa esperienza lo hanno accompagnato che nei prossimi giorni chiederà un incontro con il sindaco della città, Clemente Mastella, al fine di consegnare nelle mani dello stesso il titolo sportivo del Benevento Calcio non avendo la volontà di iscrivere il club al prossimo campionato. Nulla potrà cancellare gli anni vissuti, il ricordo e l'affetto ricevuti dalla città e dall'intera provincia ma è arrivato il momento di mettersi da parte lasciando ad altri il compito di tenere in alto il nome del Benevento Calcio": questo il testo integrale di un comunicato pubblicato sul sito ufficiale della società giallorossa, per un gesto 'innescato' (secondo ricostruzioni di più organi di stampa), con ogni probabilità (certezze nessuna, invero), da uno striscione di contestazione apparso a seguito delle dichiarazioni del presidente durante un evento di Confindustria, l'associazione imprenditoriale territoriale di cui Vigorito al momento è il numero uno.

*

Immediata la reazione della più alta carica politica cttadina, il sindaco di Benevento Clemente Mastella, che ha diffuso il seguente comunicato: “Ho sentito poco fa il presidente Vigorito al quale ho espresso la mia solidarietà e quella della città di Benevento per il gesto di imbecillità sportiva e di non riconoscenza che ha subito da pochissimi pseudo-tifosi. Il presidente mi ha manifestato la sua amarezza che è anche la mia e della città di Benevento per atteggiamenti ostili non utili a costruire un percorso sereno per il prossimo campionato di serie B. La città di Benevento, attraverso me, chiede però al presidente Vigorito di restare al suo posto, di continuare ad essere il presidente della squadra di calcio che negli ultimi anni tante soddisfazioni ha regalato al popolo beneventano e sannita. Non è utile la depressione, bisogna bandire atteggiamenti inconsulti ed isolare quanti non lavorano per il bene del Benevento. I manifesti di contestazione al presidente Vigorito sono stati affissi illegalmente ed ho già chiesto alla polizia municipale di identificare gli autori e di sanzionarli secondo la legge. Nei prossimi giorni vedrò il presidente Vigorito per una discussione generale ma occorre che l’intera Città gli stia accanto perché il Benevento è un patrimonio da tutelare senza se e senza ma”.

Luigi Diego Perifano, portavoce di ‘Alternativa per Benevento’ in merito alle dichiarazioni rilasciate oggi dal presidente del Benevento Calcio Oreste Vigorito ha scritto: “Voglio credere che sia solo una reazione all’atteggiamento sconsiderato di una minuscola frangia della tifoseria. Vigorito ha un rapporto viscerale con la Città, alla quale tantissimo ha dato, e dalla quale ha ricevuto affetto, considerazione e riconoscenza. Il suo ruolo di guida del mondo imprenditoriale lo colloca, peraltro, fra i protagonisti della nostra vita economica e sociale: e il calcio non ha un ruolo secondario per l’immagine della Città, le sue relazioni, le sue prospettive. Sono certo che le cose potranno sistemarsi, e che si ritroverà la giusta concordia tra le componenti - dirigenza, squadra e tifoseria- che hanno vissuto con entusiasmo e calore questi anni ricchi di soddisfazioni incredibili per il Benevento Calcio”.

Il Vice Presidente della Provincia di Benevento, Nino Lombardi, appresa la notizia dell’intendimento del Presidente del Benevento Calcio dott. Oreste Vigorito di dimettersi dalla carica a seguito di una peraltro isolata contestazione, esprime l’auspicio di un immediato ripensamento da parte del dirigente sportivo. «Al Presidente Vigoritova tutta la mia personale solidarietà e quella dell’intero Consiglio Provinciale. Vigorito è un dirigente sportivo che ha saputo conquistare traguardi sportivi mai raggiunti dalla maggiore squadra di calcio del Sannio. E’ appena il caso di sottolineare che non può essere certamente un volgare, immotivato ed insensato contenuto di uno striscione a mettere in dubbio tanti anni di successi sportivi e la stessa possibilità di conseguirne di ulteriori. Credo proprio che la Città di Benevento ed il Sannio debbano stringersi ed effettivamente si stringono attorno al dott. Vigorito approvandone al sua opera per lo sport locale. Auspico, anche a nome del Consiglio Provinciale di Benevento tutto, che il Presidente ci ripensi e torni al suo lavoro alla guida del Benevento Calcio per cogliere nuovi ed ancora più prestigiosi traguardi».

Non manca, ancora, l'imprenditoria: "I vice presidenti, gli organi direttivi, gli imprenditori tutti e la struttura tecnica di Confindustria Benevento esprimono piena vicinanza e totale solidarietà al proprio Presidente, avvocato Oreste Vigorito, oggetto di un attacco immeritato e pretestuoso da parte di una frangia minoritaria del tifo beneventano, ben conoscendo la passione e l'impegno che egli pone in ogni sua impresa, comunque sempre vincente".

"Piena solidarietà al Presidente Vigorito per gli attacchi immeritati e insensati di pochissimi pseudo-tifosi. Noi tutti siamo ben consapevoli dell’impegno e dei sacrifici che il Presidente Oreste Vigorito ha fatto per l’intero Sannio, conferendo lustro alla maggiore squadra di calcio della nostra provincia. Grazie all’opera di Vigorito il nostro Sannio ha potuto godere di un rilancio economico in tutti gli ambienti che orbitano attorno all’attrazione calcistica e si è reso riconoscibile a livello nazionale. Avanti a testa alta. L’addio di Vigorito provocherebbe serie ripercussioni anche ad alcuni settori economici locali. Siamo con te nell’impegno per la squadra, per i tifosi e per il territorio”: sono le parole di Francesco Maria Rubano, Vice Coordinatore regionale e Commissario provinciale di Forza Italia.