“Non è stata finanziata la ricostruzione della Silvio Pellico al rione Libertà. Ennesimo flop del Comune di Benevento”

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

“La Regione Campania, Direzione Generale per l’Istruzione, la Formazione, il Lavoro e le Politiche Giovanili, in risposta ad una specifica richiesta di Altra Benevento ha comunicato con la nota pg/2022/0265010 che il Comune di Benevento ‘ha candidato l’intervento di abbattimento e ricostruzione della scuola Silvio Pellico, all’avviso del piano triennale edilizia scolastica (ptes) 2018/2020. Il progetto risulta essere inserito tra gli interventi finanziabili nell’annualità 2020 del ptes della Regione Campania approvato dal Ministero ma non è finanziato”. Lo scrive Gabriele Corona, per l’associazione politica Altra Benevetno è possibile, in un comunicato odierno che così continua: “E’ l’ennesimo flop dell’amministrazione Mastella dopo la bocciatura da parte della Regione di altri 13 progetti per vari istituti scolastici della città.

La scuola elementare Silvio Pellico del rione Libertà è stata chiusa il 19 gennaio 2019 con una ordinanza del sindaco Mastella e da allora le famiglie del popoloso quartiere sono costrette, con sacrifici immaginabili, a portare i bambini in altri istituti, soprattutto nel plesso di San Vito, anch’esso da chiudere per lavori di inforzo e adeguamento sismico.

E’ chiaro che, senza il finanziamento per abbatterla e ricostruirla, la Silvio Pellico rimarrà chiusa almeno per altri due anni ma il sindaco Mastella e l’assessore comunale Mario Pasquariello non chiariscono dove si terranno le lezioni del prossimo anno scolastico.

La Direzione Generale per l’Istruzione, la Formazione, il Lavoro e le Politiche Giovanili della Regione, con la stessa nota PG/2022/0265010, ha confermato che il Ministero dell’Istruzione con Decreto Ministeriale n. 101 del 13/02/2019 ha concesso al Comune di Benevento un finanziamento di € 50.000 per l’adeguamento antincendio della scuola Silvio Pellico.

I lavori, come annunciato da Altra Benevento alcuni mesi fa, sono stati eseguiti nel 2021 nella scuola chiusa da due anni e destinata all’abbattimento.

Si tratta quindi di un evidente spreco di denaro pubblico che abbiamo già denunciato alla Corte dei Conti e che segnaliamo, per la seconda volta, anche ai consiglieri comunali di Benevento, soprattutto quelli di opposizione.