Istituzioni e sistemazioni... Mastella è Mastella, soprattutto in materia di nomine

- Opinioni IlVaglio.it

Non c'è niente da fare, è come il paradosso - favolistico ma non tanto - della rana e dello scorpione: Mastella è Mastella, e non può di punto in bianco modificare la sua natura. Accade così che anche la nomina, in capo a un Consiglio comunale mero esecutore, dei componenti la Commissione Paesaggistica (non proprio un... 'gabinetto di guerra') risulti 'ordinaria', al di là delle beghe d'aula su interpretazioni capziose o meno, perché risponde in percentuale piuttosto corposa a una logica d'appartenenza.

Una logica di gratifica, riconoscenza e sistemazione, sorta di... sistemazione per qualche candidato piagato dall'insuccesso alle ultime elezioni comunali di Benevento, ma fedele dopo le transumanze.

Ad esempio, i voti convenuti su Cosimo Cairella (122 preferenze alle dette amministrative) o Alberto Febbraro (74 preferenze nelle stesse), al netto di valutazioni sulle professionalità di settore, che non vengono qui messe in discussione, non hanno problemi specifici di paternità politica. Entrambi, infatti, li ricordiamo appunto candidati al consiglio comunale con la lista “Meglio Noi” a sostegno del candidato sindaco ceppalonese e con un passato fatto pure d'altre militanze per un salto carpiato niente male che si conclude con un atterraggio 'morbido' su uno scranno istituzionale.