Atti persecutori verso la ex, divieto di avvicinamento per un 30enne

- Cronaca IlVaglio.it

Scrive il Procuratore della Repibblica di Benevento, Aldo Policastro: A seguito di attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento, in data odierna i Carabinieri della Stazione di Colle Sannita, diretti dalla Compagnia di San Bartolomeo in Galdo, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa, alla sua abitazione di residenza ed ai luoghi da ella abitualmente frequentati, emessa dal GIP presso il Tribunale di Benevento su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti di un 30enne ritenuto – allo stato – gravemente indiziato dei reati di atti persecutori e lesioni personali aggravate.

L’attività investigativa che ha portato all’emissione del provvedimento cautelare è stata avviata nello scorso mese di febbraio in seguito alla denuncia di una giovane della Val Fortore, consentendo di ricostruire abituali e reiterati episodi di ingiurie, molestie e percosse poste in essere dall’uomo nei suoi confronti durante e dopo l’interruzione della loro relazione sentimentale, dal 2017 al febbraio 2022, che avevano ingenerato nella donna un fondato timore per la sua incolumità, costringendola a modificare le proprie abitudini di vita. In un’ultima occasione precedente alla denuncia, l’uomo aveva aggredito la donna provocandole lesioni che l’avevano costretta a recarsi in ospedale.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione e il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunta innocente fino a sentenza definitiva.