Se gli alunni debbono istruirsi a distanza, si obblighino a restare a casa anche gli adulti che ancora si incontrano al chiuso

- Scuole Università IlVaglio.it
Mastella e De Pierro
Mastella e De Pierro

Citando un testo di Repubblica-edizione Roma (titolo e... programma: “Allarme Omicron, la carica dei presidi: 'Dad fino al 31 gennaio. Non riusciamo a garantire sicurezza'. La lettera appello al governo”), il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, smessi i panni di coppia e di corista (“uuuuhhh... anima mia, torna a casa tua…”), scrive sul suo profilo social che “questa (l'articolo di giornale citato, Ndr) è la risposta a tutti coloro che valutano le questioni che riguardano la salute delle persone secondo criteri ideologici e lanciano inutili anatemi contro chi, come me e come tanti sindaci italiani, è solo preoccupato di salvaguardare la vita dei cittadini”.
d i beneventani non possono che essere grati alla sollecitudine del loro primo cittadino. La cui strada, secondo il costume politico di mostrare la condivisione delle scelte (quelle impopolari), stavolta è spianata dalla discesa in campo del vicesindaco proveniente dal centrosinistra, Francesco De Pierro (leggi su IlVaglio.it: https://www.ilvaglio.it/article/14809/scuola-siamo-chiamati-a-nuovi-sacrifici-inutile-compulsare-mastella.html).

La capacità di prevedere il futuro propria del sindaco sannita rassicura la popolazione degli amministrati: d'altra parte, è ignoto a tutti che si stia discutendo, da Draghi in giù, del 'che fare' con la ripresa scolastica. Comunque vada, sarà un successo per Mastella. Che ha ragione da vendere, e in ogni caso ragione: la salute pubblica, e quella dei bambini su tutti – fascia di popolazione fra le meno vaccinate in assoluto -, viene prima di ogni calcolo.

Ma, c'è da aggiungere sommessamente, bisogna pure far sì che questi bambini, oltre a non contagiarsi eventualmente a scuola, si sentano al sicuro negli ambienti più vissuti, familiare e di società. Per cui, magari, con la prossima, paventata,a stretta in 'dad' sulla loro educazione culturale potrebbero rendersi necessarie pure (persino) a Benevento decisioni complementari che stabiliscanono per tutti, e non solo per chi si deve obbligatoriamente istruire, anche il cappuccino/cornetto a distanza, il brunch a distanza, la pizza a distanza, l'apericena a distanza, l'hamburger a distanza, la ghiottoneria di pesce o di carne a distanza. Decisioni in tal senso, però, paiono latitare...