Torna a Benevento “Stregonerie - Premio Strega tutto l’anno”

- Cultura Spettacolo IlVaglio.it

Scrivono gli organizzatori: Negli spazi museali dell’azienda Strega Alberti di Benevento, torna “Stregonerie - Premio Strega tutto l’anno”, la rassegna letteraria dedicata alla storia del Premio Strega, voluta da Strega Alberti e Fondazione Bellonci e curata da Isabella Pedicini e Melania Petriello. A partire dal mese di gennaio, l’antica fabbrica del liquore riprenderà a ospitare gli appuntamenti mensili incentrati sui libri che, dal 1947 a oggi, hanno ottenuto il celebre riconoscimento letterario.

Grandi ospiti condurranno lettrici e lettori alla riscoperta dei capolavori del premio: il primo appuntamento è previsto per sabato 15 gennaio con Viola Ardone; a febbraio sarà invece la volta di Chiara Gamberale; a marzo toccherà a Valeria Parrella rileggere il libro premiato che ha maggiormente amato. Edith Bruck, vincitrice del Premio Strega Giovani 2021 con “Il pane perduto”, incontrerà da remoto le studentesse e gli studenti delle scuole superiori di Benevento.

Chiuderà il cartellone un grande evento dedicato a Pier Paolo Pasolini, figura chiave del mondo intellettuale in cui, all’indomani del secondo conflitto bellico, per opera di Maria Bellonci e Guido Alberti, ha avuto origine il premio letterario. Gli appuntamenti si svolgeranno in presenza nel pieno rispetto delle normative governative per il contenimento della pandemia e saranno trasmessi in diretta streaming sul sito Strega Alberti e sui canali social dell’azienda e di “Stregonerie – Premio Strega tutto l’anno”.

“Siamo contenti di poter riaprire le porte della fabbrica alla letteratura di ieri e di oggi - ha dichiarato Giuseppe D’Avino, presidente di Strega Alberti, attraverso la nota diffusa alla stampa - perché la cultura caratterizza la storia della nostra azienda e perché in questo difficilissimo momento storico ci teniamo a salvaguardare e a portare avanti, in totale sicurezza, la rassegna sulla tradizione del premio, sperando che il nostro impegno possa essere un piccolo segnale d’incoraggiamento per tutti”.