Sottoscrivi anche quest’anno per il Vaglio.it, quotidiano indipendente che vive per il sostegno dei suoi lettori

- Opinioni di Carlo Panella

Cara lettrice, caro lettore del Vaglio.it, compiuto a ottobre il decennio di vita di questo quotidiano online aggiornato in tempo reale, vi chiediamo ancora di sostenerci per il prossimo anno. Siete in tanti a seguirci e ciò corrobora l’impegno che profondiamo nello scrivere. Il Vaglio.it è un’esperienza particolare nel panorama locale, perché - oltre alle notizie che ogni giorno fornisce – approfondisce le questioni più importanti, commentandole.

La linea di questo giornale è nel suo nome: consiste nello scrivere articoli selezionando criticamente ciò che accade o viene divulgato dalle varie agenzie della società: partiti, istituzioni, enti associazioni e dai loro uffici e addetti stampa.
E questi nostri articoli “vaglianti” teniamo molto ben distinti da ciò che, per dovere di informazione, pure dobbiamo rendere noto, ma che è appunto privo di “vagliatura”: le note e i comunicati stampa.

Per ciò avvisiamo sempre i lettori a inizio del pezzo non vagliato, anche quando per rilevanza non è collocato nella apposita sezione dei comunicati stampa, con frasi del tipo “Scrive l’ufficio stampa di…” oppure “Scrivono gli organizzatori…”.

Non solo, ma sui social network postiamo esclusivamente gli articoli vagliati, cioè la nostra produzione pubblicata sul Vaglio.it. Così facendo rinunciamo consapevolmente a tanti possibili e prevedibili clic, perché non è a questi in quanto tali che puntiamo.

Il nostro obiettivo è aumentare i fruitori della nostra produzione, puntiamo a fidelizzarli distinguendoci, non a raggiungerli in qualsiasi modo.

Dopo decenni di attività e di esperienza, crediamo ancora nel Giornalismo inteso come interpretazione dei fatti e come controllo e denuncia costante di chi esercita il potere. Per noi, ancora di più nella attuale società della comunicazione, giornalismo non lo è pubblicare meccanicamente ciò che gli addetti stampa o gli uffici stampa (o i semplici redattori di note) inviano ai giornali oppure ciò che comunque volutamente viene fatto trapelare.

Il Vaglio innanzitutto vaglia… e quando produce articoli prova ad approfondire, a far emergere e svelare quanto volutamente viene taciuto. E vaglia ricordando i precedenti storici delle vicende, rimandando a questi, quando si può, con dei link. Per noi, dunque, il Giornalismo o è critico o non è.

Superato il decennale di questa esperienza giornalistica (svolta dopo i 22 anni della precedente di cui solo Il Vaglio.it è stata ed è la prosecuzione), continuare è da un lato una soddisfazione e dall'altro comunque un compito da adempiere.

Per svolgerlo al meglio si deve essere liberi e quindi indipendenti, non solo da tutte le parti politiche, ma anche dai gruppi economici e da tutte le istituzioni che esercitano un potere sul territorio. Distinti e distanti da tutti questi, nel nostro piccolo, possiamo dire di esserlo stati e di esserlo. Sia per antica scelta di noi che scriviamo da tanto tempo, sia perché i costi per mantenere in vita Il Vaglio.it sono coperti per la maggior parte dal contributo economico di voi lettori, grazie a questa annuale sottoscrizione che qui ancora vi chiediamo di fare.

Infine, al tempo delle dilaganti fake news (delle false notizie), la lunga esperienza giornalistica che è alle spalle del Vaglio.it, rappresenta un'ulteriore garanzia, non solo per la veridicità di quanto pubblicato, ma anche per l’accuratezza e la continenza nello scrivere e nel comunicare, oggi sempre più rare. Senza fare sconti a nessuno, “facendo nomi e cognomi”, ma senza mai offendere.

Per tutto ciò, per quanto ogni giorno facciamo, vi chiediamo di darci una mano anche quest’anno. Ecco come fare:
per donare il tuo contributo a sostegno del quotidiano Il Vaglio.it clicca QUI per farlo online tramite PayPal oppure farlo online tramite bonifico bancario intestato ad Associazione Il Vaglio - Iban IT 72 J 02008 15010 00010 3350102.