Virus - L’Omicron all’orizzonte inquieta. Ma nella provincia di Benevento il buio fitto va dall’Alfa all’Omega

- Opinioni di Carlo Panella

Omicron è una delle lettere dell’alfabeto greco con cui si può familiarizzare dal liceo. Omicron è anche il titolo di un film di Ugo Gregoretti, intellettuale culturalmente munifico verso i beneventani, ma da questi nell’ordine offeso, ignorato e infine tradito, con lo sciupio della sua creatura lasciata in eredità: “Città Spettacolo”.

Nella sua pellicola del 1963, Gregoretti raccontava dell’umanità intesa come agente infettivo. Mutatis mutandis, fu quasi una premonizione, perché in queste ore proprio con il nome Omicron è stata ribattezzata l’ultima variante agli onori della cronaca del virus che, da due anni, sta cambiando la vita del mondo tra interminabili lutti e danni. Non si sa ancora se Omicron sarà più o meno dannosa delle sue sorelle famigerate: Alfa, Delta...
*
In questa attesa, il cittadino potrà ricevere un aiuto dall’informazione sanitaria sulla pandemia. A livello nazionale ciò avviene, nella provincia di Benevento no. Non sappiamo se questa ignoranza sui numeri della diffusione del contagio imposta nel Sannio sia una condanna condivisa con qualche altra sfortunata provincia italiana. Sappiamo con certezza che in tanti altri luoghi l’informazione puntuale dalle Aziende sanitarie locali (ASL) è continua (come a Verona), ma lo è anche nelle altre quattro province della Campania.
*
Questo giornale - ogni giorno, da un anno – scrive un articolo di aggiornamento citando le fonti da cui attinge, nel Sannio solo dall’Azienda Ospedaliera “San Pio”.
E ogni giorno in esso riportiamo le seguenti frasi (cari lettori, vi raccomandiamo di fare molta attenzione alle date:
Dal 22 giugno 2021, l’ASL di Benevento non dirama più neanche lo scarno bollettino giornaliero sulla pandemia in atto, comunicato in precedenza.
I dati forniti dall’ASL di Benevento dal 12 dicembre 2020 al 21 giugno 2021, da noi de IlVaglio.it sommati, hanno detto che in questo citato periodo, nel Sannio i nuovi positivi sono stati 7.885, i morti 161, i guariti 8.857 e i tamponi esaminati 102.678.
Dall’ASL non è stato più comunicato - da dicembre 2020 - il numero degli “attualmente positivi” in provincia di Benevento.
Precedentemente, i dati pubblicati dalla stessa ASL - dal 1° agosto 2020 all’11 dicembre 2020 - dicevano che nel Sannio in totale i contagiati fino ad allora erano stati 2.967, i morti, 93, i guariti 1.512 e i tamponi esaminati 28.775. Ma tali dati, dal 12 dicembre 2020, sono tuttora revisione da parte della stessa ASL”.

Quel “tuttora” cominciato il 12 dicembre 2020 perdura fino a oggi.
E il sito ufficiale dell’ASL di Benevento lo dimostra, basta andarci, come da foto a corredo di questo articolo.
Ovviamente ci riferiamo a ciò che l’ASL rende conoscibile ai giornali e alla opinione pubblica, non sappiamo se riservatamente quella revisione delle cifre sia stata mai ultimata e resa nota a qualcuno.
*
Abbiamo svolto – com’è doveroso per un giornale – fin dagli inizi della pandemia un’opera di denuncia delle lacune informative a Benevento e nel Sannio. Qualcosa, poco e solo pro tempore, abbiamo nei mesi ottenuto; poi, da giugno 2021 c’è stato solo il silenzio più totale.
*
Oltre a ricordare il blackout informativo dell’ASL tutti i giorni, per non fornire alibi a nessuno, tempo fa abbiamo anche chiamato in causa, per il loro ruolo svolto, anche le massime autorità istituzionali del Sannio (leggi qui). Hanno risposto a loro volta, con il silenzio più assordante, nelle parole e nei fatti che, appunto, sono rimasti inalterati: ufficialmente e pubblicamente, dall’ASL o da qualcuno in sua vece, non si può ancora sapere quante sono le persone che in ognuno dei 78 Comuni sanniti a partire dal capoluogo si contagiano, guariscono e muoiono per il contagio da Sars-CoV2. Né in totale quante sono state.
*
In queste ore, c’è stato il conferimento da parte del prefetto di Benevento di onorificenze ad alcuni dirigenti dell’ASL per come hanno operato durante la pandemia. Nulla da dire qui su come questi insigniti cavalieri abbiano potuto operare, in generale, nel loro lavoro in questo periodo.

Su come (non) abbiano informato la pubblica opinione e (non) la informino abbiamo scritto ogni giorno e continueremo a farlo: cioè, su come da giugno 2021 l’ASL di Benevento non scriva e comunichi più niente giornalmente sul suo sito alla cittadinanza, né abbia più reso noti i dati - aggiornati e finalmente ufficiali - dal marzo 2020 in poi.
*
Stando così le cose, cosa sia accaduto e stia accadendo per la pandemia a Benevento e nel Sannio, non è possibile sapere. Il cittadino - nella concorde "opera" di tutti i poteri istituzionali – è sicuramente costretto a ignorare tutti i numeri di questa nuova peste. Qui, non solo la variante Omicron all’orizzonte è sconosciuta. Qui il buio fitto va da dall’Alfa all’Omega...