Per l'eolico nel Fortore i mastelliani-deluchiani protestano ma non troppo

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Foto di repertorio
Foto di repertorio

Sannio, Val Fortore, San Bartolomeo in Galdo, paesaggio, protesta, impianto eolico: il domino politico sulla vicenda della collettiva protesta anche istituzionale di domenica 28 novembre ha avuto il pregio e l'onore d'essere illustrato anche da un servizio giornalistico della testata regionale Rai nell'edizione del primo pomeriggio. Dove le posizioni 'frontiste' sono state illustrate, a furor di microfono, da una senatrice della Repubblica (Alessandrina Lonardo, Gruppo Misto,), da un consigliere regionale (Luigi Abbate, Noi Campani); dal primo cittadino del capoluogo fortorino (Carmine Agostinelli): tutto ciò senza ingenerare confusione alcuna nel telespettatore.

Eppure... eppure lo spunto d'avvio (Ntr24) parla di una “protesta rivolta contro la decisione della Regione Campania... di portare avanti il progetto del parco eolico in località Sant'Angelo (destinata ad agricoltura di qualità e attraversata dal Regio Tratturo Lucera-Castel di Sangro), nonostante il parere negativo delle amministrazioni locali e della Soprintendenza della Puglia”. In breve: nessuna decisa contrarietà all'insediamento dell'energia del vento, ma la necessità di armonizzare la scelta con le istanze del territorio.

Senza entrare nel merito, varrà almeno la pena di ricordare:
che nel 'mirino' c'è dunque una decisione in via d'adozione della Regione Campania, come abbiamo letto;

che la senatrice Lonardo è coniugata con uno dei 'grandi elettori' dell'attuale vertice politico della Regione Campania e si deve supporre non sia in contrasto con le scelte del marito (mica si può dimenticare l'ossessivo ritornello della recente campagna elettorale sullo “schema del regionale nel quale fa parte anche Mastella”?);

che il consigliere regionale Abbate, il quale annuncia “una interrogazione per capire meglio la vicenda” è un consigliere non di opposizione all'attuale governo regionale deluchiano;

che il sindaco di San Bartolomeo In Galdo Agostinelli è colui il quale ebbe modo di dichiarare, dopo la rielezione del 'collega' a palazzo Mosti, qui in città: “Gioisco per i beneventani, per Clemente Mastella e per i suoi amici, me compreso”, e compreso, dunque, anche il detto governo regionale.

Insomma, tutti costoro paiono davvero contrari a un nemico pure amico per proprietà 'mastello-transitiva'. E comunque resta il fatto che abbiano spuntato, rispetto a eversori come gli ambientalisti, qualche minuto di intervista e indotta celebrità grazie all'accomodante giornalismo di Rai Tre. Che, prudenzialmente (chissà), ha scelto di puntare su una categoria per così dire intermedia, dei favorevoli ma non troppo anche oppositori ma non troppo. L'eterno democristiano, insomma.