Violenza contro le donne, i dati della Questura: crescono gli atti persecutori

- Cronaca IlVaglio.it

In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, in preparazione alla quale si è tenuta la conferenza stampa del Questore Giobbi nella mattinata di lunedì 22 novembre, l'ufficio stampa della Polziia di Stato ha diffuso i dati relativi all’andamento delle fattispecie criminose rientranti nel campo di applicazione del cosiddetto “codice rosso” in provincia di Benevento nel triennio 2019 – 2021.

Ebbene: si rileva, per il biennio 2019 – 2020, un incremento dei casi di atti persecutori ai danni delle donne che passano dai 59 casi del 2019 ai 91 del 2020, con un deciso aumento del fenomeno nel periodo temporale immediatamente successivo al primo lockdown del 2020 (maggio/agosto); nel 2021, invece, si registrano, sino al mese di ottobre, 57 casi di stalking, dato sostanzialmente sovrapponibile a quello del 2019. I casi di maltrattamenti in famiglia fanno registrare un moderato calo, passando dai 72 del 2019 ai 64 del 2020; ulteriore calo viene registrato nel 2021, con 46 casi sino al mese di ottobre. Più marcato il calo per i casi di femminicidio, tutti allo stadio del tentativo, con 3 casi nel 2019, 2 casi nel 2020 ed 1 caso nel 2021. In flessione anche i casi di lesioni personali in danno di donne, che passano dagli 87 del 2019 ai 60 del 2020, proseguendo con 59 casi rilevati fino ad ottobre 2021. Stabile il fenomeno delle violenze sessuali.

“Nonostante quanto statisticamente rilevato, ha dichiarato il Questore della provincia di Benevento, è necessario considerare la particolare incidenza del “numero oscuro” di casi che, senza dubbio, caratterizza la peculiare tipologia di reati. Bisogna incidere sulla paura, sulla vergogna, sulla solitudine, sul senso di abbandono e, spesso, su un malinteso senso di giustificazione di condotte inaccettabili. Tanto è stato fatto, ma, evidentemente, non abbastanza. La Polizia di Stato è stata, è e sarà sempre in prima fila, in questa battaglia come in tante altre, al fianco di madri, moglie e figlie, cittadine e vittime di violenza. “Esserci Sempre”, per le donne e gli uomini della Questura di Benevento non è solo uno slogan, ma un impegno morale e professionale inderogabile”.