Benevento - Richiesta unitaria delle opposizioni di una seduta di Consiglio. Note di De Stasio e Perifano

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Luigi Diego Perifano
Luigi Diego Perifano

Rosetta De Stasio, consigliera comunale di “Prima Benevento” ne ha dato stamane la notizia. Nel pomeriggio vi è stata anche un nota del consigliere comunale portavoce di Alternativa per Benevento, Luigi Diego Perifano. Ha scritto De Stasio: "E’ stata protocollata questa mattina, a firma di tutti i consiglieri comunali di opposizione, la richiesta di convocazione del Consiglio Comunale di Benevento per la trattazione dei seguenti punti all’Ordine del giorno: 1)indirizzi per la programmazione ed attuazione degli interventi finanziabili a valere sulle diverse missioni del PNRR; 2)Verifica dello stato di attuazione degli interventi previsti nel progetto “La città di tutti la città per tutti”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri a valere sul fondo straordinario per la riqualificazione delle periferie.

Inoltre è stata richiesta la convocazione del consiglio in seduta aperta (con l’invito a partecipare al presidente dell’ACER, Dott., David Lebro, e alle categorie interessate) per discutere sulla verifica dello stato di attuazione delle procedure in essere per la definitiva cessione in proprietà degli alloggi di via Saragat, nonché per la risoluzione delle problematiche connesse alla manutenzione straordinaria degli immobili.

La richiesta di convocazione è stata determinata dalla necessità, condivisa da tutta l’opposizione, di discutere e verificare pubblicamente lo stato attuale di problemi ed argomenti che interessano l’intera cittadinanza.

Le “cabine di regia” non possono sostituire il Consiglio Comunale né costituire uno strumento per effettuare scelte ed assumere decisioni “in privato” evitando, così, il doveroso confronto con la popolazione e con tutti coloro che la rappresentano e che hanno il dovere di tutelare l’interesse pubblico".
*
Ha scritto Perifano: “La richiesta di convocazione del Consiglio Comunale segnala l’urgenza di investire l’assise cittadina di questioni della massima rilevanza. Sul PNRR l’istituzione di una cabina di regia è sicuramente un passo avanti: tuttavia non possono essere le strutture tecniche a definire la strategia di intervento, i settori prioritari, i singoli progetti da distribuire sulle varie missioni previste nel PNRR. E non c’è dubbio che la funzione di programmazione competa anzitutto al Consiglio Comunale. È vero che a tutt’oggi siamo ancora in attesa che venga illustrato in aula il programma di mandato, ma sul PNRR non c’è tempo da perdere, e quindi ci auguriamo che vi possa essere quanto prima un proficuo confronto sugli obbiettivi dell’Amministrazione.

Occorre poi chiarire la situazione del piano periferie, a partire dal contestato intervento sull’area del terminal degli autobus extraurbani: bisogna sciogliere alcuni nodi e, dopo l’intervento dell’Anac, il nostro auspicio è che il progetto Lumode venga definitivamente archiviato e si possa pensare a destinare quel sito nevralgico ad altre e più utili funzioni.

Infine sulla ben nota vicenda degli alloggi di Via Saragat, che sembra essere in fase di stallo, chiediamo che il Presidente dell’Acer venga in Consiglio a confermare che tutti gli impegni presi con la sottoscrizione della ben nota transazione coi proprietari degli alloggi vengano integralmente rispettati nel più breve volgere di tempo”.