Tu mi sostieni, io ti sostengo: quest'amministrazione, con questo sindaco, a Benevento questo fa

- Opinioni IlVaglio.it
Clemente Mastella
Clemente Mastella

Dimessosi da consigliere comunale appena eletto, in favore della subentrante Annalisa Tomaciello (la comunicazione ufficiale è venuta nel corso della prima riunione dell'assise a palazzo Mosti, l'8 novembre scorso – leggi su IlVaglio.it), nominato nel CdA di Gesesa Benevento appena una settimana dopo in sostituzione di Antonio Orafo. Grato, così Oberdan Picucci ha 'postato' la sua soddisfazione: “Ringrazio il Sindaco Clemente Mastella per avermi designato nel Consiglio di Amministrazione della Gesesa. Negli ultimi quindici anni ho avuto l'onore di ricoprire diversi ruoli amministrativi, ma quest'ultimo ha per me una valenza non solo politica ma anche "affettiva"... ricopriro' infatti l'incarico che anni fa ricopri' anche mio padre. Spero di onorare al meglio questo nuovo ruolo, nel rispetto delle tante persone che ancora una volta mi hanno dato fiducia alle ultime elezioni comunali e nel rispetto appunto del ricordo positivo che mio padre ha lasciato in diversi dipendenti!”.

Bocciata dalle urne nell'ultima tornata elettorale (poco più d'una quarantina di preferenze con la lista 'Riformisti e Popolari' di cui costituiva la 'punta'), ma comunque allineata al mastellismo imperante: per quanto non eletta al consiglio, né riconfermata assessora, Rossella Del Prete ha visto schiudersi le porte della locale cabina di regia del Piano nazionale di ripresa e resilienza (leggi su IlVaglio.it).

Rimasto fuori dal Consiglio comunale per qualche decina di voti, il presidente dell'Ordine degli ingegneri di Benevento Giacomo Pucillo, schierato con la lista 'Noi Campani' in sostegno del sindaco uscente Mastella, non è rimasto a lungo senza incarichi a carattere istituzionale. Lo troviamo, infatti, inserito anch'egli nella cabina di regia nominata da Mastella per il PNRR (leggi su IlVaglio.it).

Tre esempi modesti che vivificano una giornata politica di ordinaria amministrazione. Condita, va detto, delle proteste stavolta anche piuttosto vibranti dell'opposizione, come quelle di Rosetta De Stasio, culminate in una interrogazione e in un esposto in Prefettura (leggi su IlVaglio.it).
Soffermatasi in particolare sull'aspetto procedurale dell'indicazione a opera del sindaco di Benevento.

Quel che dunque resta da sottolineare non è tanto l'inopportunità (della serie: almeno non lo facciamo così scopertamente...), né la professionalità come guida nella scelta (che di ognuno degli interessati non viene messa in dubbio), ma l'approccio... scientifico, ovvero – a essere semplici – il 'metodo': tu mi sostieni, io ti sostengo. Punto.
E non si racconti che così fan tutti: adesso qui a Benevento c'è questa amministrazione, guidata da questo sindaco. E questo fa.