Civico22: la Commissione di controllo sulla mensa va costituita

- Scuole Università IlVaglio.it
Giovanna Megna
Giovanna Megna

Scrive Gabriella Debora Giorgione per Giovanna Megna, consigliera Comunale di Benevento di Civico22: Con l’arrivo delle prime piogge, si è tornato a parlare delle scuole solo in termini di chiusura o apertura, mentre ancora si attende la costituzione della Commissione di controllo sul servizio di ristorazione scolastica - pur essendo essa espressamente prevista dal capitolato di gara - e nonostante alla stessa venga riservato un controllo obbligatorio mensile. A nulla sono valse anche le sollecitazioni dei genitori, direttamente coinvolti fino a quando la Commissione è stata in carica, per poi sparire senza essere più ricostituita con la nuova aggiudicazione.

Civico22 chiede con urgenza di ripristinare questo organo di controllo che realizza piena collaborazione e partecipazione tra istituzioni e famiglie, perché il servizio mensa deve avere sempre attenzione massima da parte di tutti. Chiediamo anche che si diano chiare informazioni ai genitori circa la riapertura del plesso di Pacevecchia i cui lavori di messa in sicurezza sarebbero dovuti terminare proprio a metà novembre, come annunciato in campagna elettorale. I bambini di quel quartiere, infatti, sono ancora costretti ad una faticosa trasferta quotidiana.

Civico22 chiede che la messa in sicurezza degli edifici scolastici cittadini e la riapertura di plessi chiusi ormai da tempo costituiscano una priorità assoluta da parte dell’amministrazione comunale di Benevento.Infatti, il XXI rapporto Ecosistema Scuola di Legambiente, che fa il punto sulla qualità dell’edilizia scolastica e dei servizi di 7.037 edifici scolastici di 98 capoluoghi di provincia, restituisce una fotografia tutt’altro che entusiasmante per Benevento: su complessivi 16 edifici scolastici solo due sono in possesso del certificato di collaudo statico e nessuno di quello di agibilità.

Da garantire anche la piena attivazione e messa in sicurezza degli impianti sportivi presenti negli edifici scolastici, non ancora nella disponibilità di tutte le classi: non pregiudicare l’attività motoria dopo il lungo fermo dei mesi scorsi diventa quanto mai centrale nello sviluppo psico-fisico degli alunni.

Chiediamo, quindi, all'amministrazione comunale di programmare per tempo e con le giuste priorità il lavoro da fare nelle scuole e per le scuole, che è tanto ed ha priorità assoluta. Civico22 non resterà a guardare.