Scuola, attivata la mensa. Il Comitato Genitori: l'esordio è stato un disastro. La replica del gestore

- Opinioni IlVaglio.it

Scrive il Comitato Genitori per la Scuola di Benevento: Il 6.10.2021, dopo 3 settimane dall’inizio dell’anno scolastico, è stato attivato anche il servizio di refezione scolastica fornito dal Comune di Benevento. Quello a cui si è assistito è stato un “disastro”, così come riferito dai bambini, fruitori finali del servizio. Possiamo segnalare a titolo esemplificativo ma non esaustivo: presso le scuole dell’infanzia è stato distribuito il pasto a partire dalle ore 13, arrivando a terminare alle ore 14:30, invece che alle 12 come previsto; presso la scuola Sant’Angelo a Sasso il pasto non è stato servito prima delle ore 14, terminando in alcuni casi dopo le 15. Il menù servito non ha rispecchiato quanto comunicato dalla ditta tramite apposita app, che i genitori hanno dovuto scaricare con non poche difficoltà nelle settimane precedenti.

Si segnala inoltre che alcuni bambini, nonostante iscritti, non hanno ricevuto il pasto, spettante loro di diritto. Mentre in altri casi bambini i cui genitori avevano segnalato di non voler usufruire del servizio si sono visti scalare i soldi per un pasto non servito e quindi non consumato. In alcune classi per 2 giorni il prosciutto cotto è sembrato essere l’unico alimento distribuibile ai bambini. Completamente assente il contorno. Non c’è traccia delle stoviglie riutilizzabili. Presso la scuola dell’infanzia Pacevecchia è completamente assente lo scodellamento e in tutti gli istituti non è utilizzato il refettorio come luogo dove consumare i pasti. Si arriva addirittura all’assurdo che la stessa ditta che fornisce lo stesso servizio per lo stesso Comune, in alcuni plessi fornisce acqua potabile con brocca, come previsto, in altre ha installato un depuratore dal rubinetto del bagno da cui esce acqua bianca, in altri neanche questo. La ditta ha comunicato per le vie brevi, quindi non ufficiali, che parte dei disservizi siano dipesi dal fatto che durante il trasporto i contenitori sono caduti rovesciando i preparati….. ci si chiede quindi se tali contenitori siano effettivamente idonei al trasporto del cibo.

Il Sindaco uscente Clemente Mastella ha presentato il nuovo servizio in pompa magna, sottolineando la quasi gratuità dello stesso, almeno per i residenti nel Comune, ma quello che a noi preme non è tanto il costo quanto la qualità che viene servita ai bambini che frequentano le scuole di Benevento. In merito a ciò il Comitato Genitori per la scuola chiede al Comune e alla ditta individuata tramite gara d’appalto per l’erogazione del servizio di refezione scolastica chiarimenti sui disservizi verificatisi in questi giorni e la possibilità di istituire un comitato di controllo a cui possano aderire rappresentanti dei genitori, ASL e dirigenti scolastici, come avvenuto in passato.

***

In replica a quanto esposto dal Comitato, è perventa alle redazioni una nota del gestore del servizio di refezione scolastica. Che così scrive: La scrivente società che, in qualità di capogruppo, gestisce il servizio di mensa ad oggi oggetto di tanto clamore mediatico, non intendendo in alcun modo entrare nel merito di polemiche strumentali, ritiene però opportuno fornire alcune doverose precisazioni.

L’ ATI (Siristora-Solidarietà&lavoro) gestisce da diversi anni l’appalto di refezione scolastica e nel corso di questo periodo medio-lungo si è sempre diligentemente attenuta agli standard richiesti, garantendo un servizio efficiente e puntuale che, infatti, non ha mai dato luogo in passato a recriminazioni o lamentele. Quest’anno c’è stato un disservizio di cui ci scusiamo con l’utenza, che ha interessato i primi due giorni di attività scolastica e che già nella giornata di venerdì 8 ottobre è stato risolto. Teniamo allo stesso tempo a precisare che le uniche segnalazioni di disservizio documentate a noi giunte hanno riguardato esclusivamente i ritardi ed una “presunta” difformità nei menù.

I ritardi sono stati reali e frutto di comportamenti palesemente inconsueti da parte di alcune unità di personale attualmente in servizio a Benevento presso la nostra sede locale. Per garantire l’immediato superamento del problema abbiamo provveduto all’invio di nostro personale di fiducia proveniente da altre sedi. Stiamo comunque avviando opportune verifiche interne per fare maggiore luce e chiarezza su questa singolare vicenda, dando mandato ai nostri legali per agire contro eventuali responsabili di condotte ingiustificabili ed inammissibili.

La Siristora si caratterizza da anni a livello nazionale per un livello d’eccellenza nel campo della refezione, ed in virtù della nostra esperienza e della nostra organizzazione si è reso possibile un intervento correttivo tempestivo volto a rimediare ad un disservizio generato, incomprensibililmente, da personale interno, che ha avuto l’effetto di ostacolare e danneggiare l’attività aziendale. Faremo chiarezza sull’accaduto nell’interesse nostro e soprattutto della nostra utenza, la cui massima soddisfazione è da sempre la nostra prima ambizione e cifra caratterizzante. È intenzione della scrivente ATI incontrare nei prossimi giorni il Comitato dei genitori per discutere degli accadimenti e fornire le opportune rassicurazioni sulla qualità del servizio, cresciuto esponenzialmente dal 2018, quando veniva offerto a circa 400 utenti, ad oggi, ove si contano più di 1000 utenti.