Nessuno tocchi il commensale sospeso. Quelli che... a Benevento l’iniziativa privata va solo santificata

- Opinioni IlVaglio.it

La tirannia del politicamente corretto. Guai a dir male ad esempio di questo 'Dinner in the sky', a Benevento per tre giorni di successo e tutto esaurito (che nessuno si sogna ovviamente di negare, come mai viene messa in dubbio l'iniziativa privata, rispettabile ma non per questo sempre condivisibile), e prima ancora nel Mondo con altrettanto successo: no, non va toccato, se non facendo professione di piacere. Altrimenti si levano proteste e invettive contro il 'posizionamento' di segno ostinato e contrario.

In breve: si può dire che, in barba allo spirito guida della modernità che è l'audience, una gru che solleva un tavolo di convitati inchiodati nel cielo sopra Benevento a gustare opere da chef è una pacchianata, culturale prima ancora che politica – e comunque politica perché interessa la società cittadina, o meglio solo una parte di essa perché, come certa saggezza popolare araba aveva previsto a proposito di arrosto, qualcuno “non potendone più di quel bel profumo, cavò dalla tasca un altro pezzo di pane secco, allungò la mano attraverso la finestra aperta e mise il pane in mezzo al fumo che ne usciva”?
Non si può dire.

Non si può dire perché, appunto, ci si ritrova iscritti alla categoria dei “cosiddetti illuminati” e si assume il sembiante dello “spettro
della mediocrità intellettuale”, si rappresenta “il classico bigottismo da frontiera che si esibisce liberamente su palcoscenici opinabili”, si giunge alla “mortificazione di un lessico obsoleto e carico di rabbia”. Azz...

Fermo restando:
che poi magari si attende la pubblicizzazione delle strabilianti cifre (previsionali) dell'indotto, quello che cioè vada oltre l'occupazione dei 'coperti' disponibili a suon di fruscianti banconote e dei nasi all'insù dei curiosi, di questo “evento privato” che “porta benessere alla città”;

che naturalmente venga spiegata nel dettaglio la volontà di “valorizzare al meglio monumenti e paesaggi” attraverso una gru e un piano sollevatore;

che si esplichi il rapporto fra “il sold-out” e “l’arrivo di tante persone che visiteranno Benevento per la prima volta, in quanto una grossa percentuale dei biglietti venduti ci rimanda fuori provincia e in molti casi anche fuori regione”, come se per entrare in città ci fosse bisogno del biglietto e non che lo stesso si riferisse all'occupazione del posto a tavola;

bisogna purtroppo rilevare che un argomentato diritto di critica, come ad esempio quello di Rete Campus Bn che ha dettato una reazione incomprensibilmente sopra le righe degli organizzatori, non ha diritto di asilo nel dibattito a senso unico dei 'like' e degli effetti speciali di piedi ben lontani dall'essere piantati sulla terra.