Il campo di rugby intitolato ad Alfredo Dell’Oste entrato nel Pantheon dello sport sannita

- Opinioni IlVaglio.it
Alfredo Dell'Oste
Alfredo Dell'Oste

E' di qualche giorno fa una Delibera, a Benevento (la n. 103 dell'11 giugno), con cui la Giunta comunale presieduta dal sindaco Clemente Mastella decide di intitolare il campo rugby in via Pacevecchia ad un “campione sportivo ed un simbolo” della palla ovale del Sannio: Alfredo Dell'Oste. Il “capitano” per antonomasia ha lasciato il 'terreno' di gioco prematuramente qualche mese fa, portando la grande esperienza della sua giovane età (49 anni) al servizio di una casacca ora eterna e solo celeste.

Inutile star qui a ricordare l'immensa emozione suscitata dalla scomparsa di Dell'Oste (leggi su IlVagio.it), “un vero uomo di sport”, così nel testo della proposta di delibera, che “ha portato nel rugby il suo carattere, il suo temperamento, il suo modo di essere; campione capace di testimoniare in ogni circostanza i valori di lealtà e sportività tipici del rugby”. Ma, a onor del vero, non da circoscrivere al solo rugby e da allargare allo sport in generale e dunque alla vita.

E' una decisione intelligente e del tutto condivisibile, quella della Giunta, inquadrata in “competenze istituzionali” fra le quali quella di “provvedere all'intitolazione di strade ed immobili a personaggi benemeriti, di alto profilo simbolico, che possono rappresentare un esempio per la collettività ed in particolare per le nuove generazioni”. Non poteva esserci altra definizione così perfetta e che calza per Alfredo come la maglia biancazzurra e la fascia di capitano.

Questa volta la politica ha dato vita a un circolo virtuoso. Nell'immediatezza della scomparsa di Dell'Oste (gennaio 2021), il consigliere delegato allo sport del Comune di Benevento, Enzo Lauro (leggi su IlVaglio.it) parlò di un riconoscimento “minimo” rispetto alla “generosità che Alfredo ha sempre dimostrato nei confronti della nostra comunità”, ovvero “l'intitolazione dell'impianto cittadino del rugby”.

L'amministrazione Mastella è stata di parola, il variegato mondo dello sport non può che accogliere la Delibera in questione come quel saldo in riconoscenza da parte della comunità cittadina citato da Lauro: dopo anni da mediano, il nome di Alfredo Dell'Oste ora esce fuori dalla mischia per entrare nel Pantheon dello sport sannita.