Angelo Moretti e i suoi "arcieri"... Presentata ArCo, la coalizione per le elezioni comunali di Benevento

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Questa mattina nell’Orto di Betania di Benevento è stata presentata la coalizione denominata ArCo che sta per Artefici di Comunità. Con Angelo Moretti candidato sindaco parteciperà alle elezioni comunali d’autunno ed è composta, per ora, da quattro sigle: Civico22, Europa Verde, PER e Rifondazione Comunista. Hanno preso la parola: Roberto Marino e Luigi Esposito per Europa Verde; Nicola Campanile per Persone e Comunità (PER) e Piero Volpe il PRC. Per ultimo, il candidato sindaco, guida dell’associazione Civico22 e leader riconosciuto di tutta la coalizione.

Al di là della variegata formazione, i contenuti esposti e propugnati sono essenzialmente di matrice ecologista e cattolico sociale, con dichiarati riferimenti a Papa Bergoglio e a Giuseppe Lazzati, studioso e membro della Costituente per la DC, (collaboratore di Dossetti e La Pira) e dichiarato venerabile proprio dall’attuale papa nel 2013.

ArCo, quindi, come “polo civico per il cambiamento politico, la transizione ecologica e il nuovo umanesimo”. Gli artefici di comunità (Moretti e i suoi arcieri...) che intendono portare nella competizione elettorale “la loro ventata di freschezza, di competenza e spirito rivoluzionario”, basando l’impegno politico “sugli insegnamenti dell’ecologia integrale di Papa Francesco e sull’Agenda 2030 dell’Onu per lo sviluppo sostenibile”.

Un programma centrato sulle relazioni umane e di prossimità, per ricostruire Benevento a misura d’uomo. E infatti è da rimarcare, positivamente, la quasi assenza di venature polemiche o aggressive nei confronti dei competitori espresse stamattina.

Nel foglio propagandistico consegnato ai presenti sono stati indicati i principali titoli programmatici: lotta all'esclusione sociale e alla povertà e rigenerazione urbana; politica ecologista e cultura del luogo; vivibilità dei quartieri e valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale; imprese innovative, intelligenti ed economia circolare; lotta alla precarietà; superamento della separazione tra Università e Comune; centralità delle donne; incentivazione del welfare; infrastrutture stradali e ferroviarie; acqua pubblica e di qualità per tutti; lotta alla corruzione e difesa della legalità; civismo e pedagogia della politica; incentivazione alla partecipazione dei beneventani; accoglienza e inclusione per i giovani che vengono dal Sud del mondo.

Programma ambiziosissimo e per certi versi visionario, una “visione, ma non un’utopia – ha precisato Moretti – attorno alla quale costruire il consenso”: sulle cose concrete, quindi, a cominciare dalla costruzione di occasioni di lavoro. “Una visione che ci ha portato fuori dalla coalizione del centrosinistra: dinamica e rivoluzionaria la nostra, come quella per la green economy che non è ricerca della sola bellezza ambientale, ma soprattutto occasione di sviluppo e produttività. Avendo la fortuna di avere un territorio ancora in larga parte rurale e quindi da poter fare sviluppare nel modo più equilibrato e sostenibile possibile e al tempo stesso fertile e produttivo.

Solo qualche breve risposta del candidato sindaco ad alcune domande ricevute sulla politica degli schieramenti: le lodi all’ex sindaco di AN Viespoli per l’endorsement con cui ha gratificato la coalizione ArCo; l’annuncio che entro fine mese l’associazione Altrabenevento gli farà sapere se e come si articolerà il proprio consenso.

Moretti si è detto quindi pronto e fiducioso a continuare questa interminabile campagna elettorale del 2021, Moretti che, recita la brochure elettorale di Civico22, “ha una storia personale fatta di impegno concreto e di politica non partitica, ma tra la gente e per la gente, sempre al servizio dei più deboli (immigrati, disabili, carcerati, giovani) con cui ha costruito molteplici iniziative e a cui ha offerto occasioni di lavoro e di recupero talvolta della stessa dignità”.