La polemica M5S-Mastella sulla loro comune idea di sviluppo insostenibile del Viale Atlantici

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

E' campagna elettorale, null'altro: battibeccano Mastella, e a ruota il consigliere Parente, e la senatrice Ricciardi dell'aborrito (dai mastelliani) M5S (leggi su IlVaglio.it). Tutti concorrono al merito d'intestarsi la 'nuova' destinazione d'uso dell'ex seminario arcivescovile poi caserma Allievi carabinieri, al viale degli Atlantici, nel pieno del reticolo viario cittadino (e in controtendenza rispetto a prassi di delocalizzazione in aree non centrali di simili agglomerati che portano affollamenti e traffico): una cittadella degli uffici, così s'è fatta strada la novità, qualche anno addietro.

Alla ricostruzione 'storica' pensano gli esponenti dell'attuale amministrazione (leggi su IlVaglio.it), la transizione ecologica era di là da venire. Poi è venuta per essere affossata dal combinato disposto alberatura-enti: abbattere la prima (gli storici pini), ravvivare i secondi accentrandoli. La coriacea e argomentata opposizione a entrambe le trovate conta sul senso di responsabilità individuale e di gruppo, sul 'vivere' la città, sul saperne riconoscere capacità d'attrazione senza usare violenza al paesaggio (si legga, ad esempio, quanto scritto, ora è quasi un anno, da Luca Coletta) di una frangia minoritaria, e soprattutto estranea a logiche che, oggi, subiscono su tutto il comandamento del voto amministrativo autunnale e la ricerca di un senso all'esperienza parlamentare.

Sono i due vicoli ciechi imboccati dai protagonisti di quest'ultima polemica, che almeno permettono di vedere con chiarezza quale sia l'idea (comune) di questi per uno sviluppo (in)sostenibile di Benevento. E dunque, ci sono polemiche che, per una volta, riescono col buco...