L’eterno ritardo del Comitato per la sicurezza che ora immagina la movida a numero chiuso

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
La sede della Prefettura di Benevento
La sede della Prefettura di Benevento

Il Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica di Benevento arriva sempre un filo in ritardo. Eccolo riunirsi, ad esempio (leggi su IlVaglio.it) e non è affatto la prima volta, per esaminare “l’andamento dei controlli sul rispetto delle misure anticovid durante lo scorso fine settimana” in vista delle misure da assumere nel prossimo weekend. E, come al solito, non si comprende perché la prevenzione venga sempre dopo un fatto decisamente prevedibile o perché le forze dell'ordine vengano impiegate sul campo dopo che, secondo un calendario sociale ben più che risaputo, già s'è giocato su quel campo.

La problematica sul tappeto alla base di tale riunione è stata l'eterno ritorno alla ribalta della movida in Centro Storico: allentate le briglie colorate del Governo, è riesplosa in tutta la sua “joie de vivre” nella provincia dei duecentoventisei (almeno, non si comunica qui, nel Sannio, il dato ufficiale) decessi e degli undicimila e spiccioli contagiati, secondo la Protezione Civile Nazionale.
Inutili, e irrise, le proteste del Comitato di Quartiere, peraltro profondamente insoddisfatto anche dell'esito del colloquio istituzionale con l'amministrazione Mastella (leggi su IlVaglio.it), uno dei tanti, approdato alla medesima soluzione del summenzionato Comitato: verbi e obiettivi al futuro, richiamo ormai 'classico' al senso di responsabilità, un mito dei nostri tempi pandemici.

Ora s'avanza la novità della chiusura (momentanea, per carità) di alcune aree del centro storico in caso di affollamento: l'onere ricade sulla Polizia Municipale, ma non si conoscono i dettagli, quando cioè scatterà il divieto di accesso e qual è il numero di accessi consentito (ovvero “assembramento è quando vigile fischia?”).
Chissà che prima del fine settimana non ci si ritrovi con la sorpresa dei tornelli contapersone in questi varchi sorvegliati: al suono del 'bing' calerà o si solleverà la barra dello 'stop'. Tornelli certo posizionati a doppia corsia, favorendo così il ricambio dei consumatori: per uno che entra uno dovrà giocoforza uscire.
L'ultima curiosità rimane per l'articolo del Codice della strada che i vigili urbani applicheranno in caso di multe a questi pedoni alcolici del sabato sera.