Ingente sequestro di alcool di contrabbando. 4 denunciati

- Cronaca IlVaglio.it

Scrive il Comando Provinciale di Benevento della Guardia di Finanza: Nei giorni scorsi, militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Benevento hanno condotto un’operazione di polizia giudiziaria, finalizzata al contrasto del traffico illecito di prodotti alcolici, immessi in consumo nel territorio senza assolvere le imposte dovute (IVA e Accise). L’attività svolta dai militari della Tenenza di Solopaca ha permesso di individuare e sequestrare in agro del comune di Faicchio un opificio non autorizzato, attrezzato per lo stoccaggio, lo sbiancamento e l’imbottigliamento di alcool di contrabbando da destinare al mercato alimentare.

Oltre all’impianto produttivo abusivo sono stati rinvenuti e posti in sequestro a disposizione della Procura della Repubblica di Benevento - 45.085 litri di alcool denaturato, sostanza decolorante, 1 autocarro ed attrezzatura varia utilizzata per l’attività illecita.

In dettaglio, a seguito di attività info-investigativa, concentrata sulle rotabili nell’agro della Valle Telesina, i finanzieri della Tenenza di Solopaca hanno notato all’interno di un’azienda operante nel settore vitivinicolo un autocarro, sul quale alcuni soggetti erano intenti a caricare pedane con cubi da 1.000 litri contenenti liquido di colore bianco. Gli immediati riscontri consentivano di accertare che le operazioni di stoccaggio e caricamento erano effettuate in modo del tutto clandestino.

Di conseguenza il controllo è stato esteso all’interno del deposito attiguo dove i militari hanno scoperto un vero e proprio opificio in perfetto stato di funzionamento e tutte le attrezzature necessarie per il trattamento e l’imballaggio dell’alcol destinato al consumo alimentare.

L’imposta (accisa) sull’alcol sequestrato sottratta alle casse dello Stato è stata stimata in circa 467.000 euro, mentre l’introduzione sul mercato dei 45.085 litri di alcool, avrebbe assicurato all’organizzazione criminale un margine netto di guadagno di circa 138 mila euro.

All’esito delle attività di polizia descritte 4 responsabili sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Benevento, per la sottrazione all’accertamento e pagamento dell'accisa sull'alcol.

L’attività di servizio testimonia lo sforzo operativo della Guardia di Finanza nel settore del contrabbando in tutte le sue forme, teso a disarticolare la filiera distributiva delle merci illecitamente introdotte nei confini dello Stato che, nello specifico settore dei prodotti alcolici, e soprattutto in periodo di Covid-19 si traducono nel mancato assolvimento degli obblighi impositivi in materia di accise e IVA con significativo pregiudizio per l’Erario.