Uno spartitraffico sulla pericolosa Tangenziale Ovest di Benevento l'ANAS deve metterlo subito

- Cronaca IlVaglio.it
Un incidente stradale sulla Tangenziale Ovest di Benevento
Un incidente stradale sulla Tangenziale Ovest di Benevento

Ci sono strade che nascono già vecchie... chissà perché magari incubano il lungo periodo di gestazione. Come la Tangenziale Ovest di Benevento: ci sono voluti trent'anni o poco più per il suo completamento, avvenuto nel 2001: ben più di un lustro a chilometro, per dire.

Questa bretella di raccordo tra l'Appia e la Benevento-Telese- Caianello di 4.500 metri già in dote alla Provincia e poi all'Anas (dal 2018) ha le caratteristiche di una 'strada a scorrimento veloce' e un lungo tratto rettilineo. Ci sono aree di sosta intermedie ma soprattutto ha una sola corsia per senso di marcia. Ed ecco perché, sin da quando ha visto la luce, va ritenuta 'sorpassata'. Ovvero insufficiente alla mole di traffico, pericolosamente invitante alla velocità. In breve: insicura.

Il tributo di sangue che ha purtroppo riscosso nel tempo (l'ultimo incidente stradale mortale è di questi giorni) ne è conseguenza immaginabile. Conviene, pertanto, scoprire l'acqua calda e girare oggi all'Anas (anni addietro comunque nemmeno la Provincia ci pensò) la palla di un ritocco possibile anche in tempi brevi: nessun raddoppio, per carità, per non raccontarci negli anni le amenità sulla citata Statale 372 Telesina e sull'imminenza di lavori che saranno battezzati dai nipotini, ad esempio, ma almeno la richiesta di un modesto spartitraffico, di modo che le due corsie siano 'ingabbiate'. Certo, l'impossibilità di sorpassare che verrà a crearsi sarà fonte di disagio per gli aspiranti piloti di 'formula delirio', costretti a mordere il freno per qualche chilometro, ma il prezzo da pagare sembra addirittura minimo, se si riuscirà di risparmiare qualche vita umana...