Un coriaceo e battagliero Benevento, a Bologna sotto la neve, ottiene un più che meritato pareggio: 1-1

- Sport IlVaglio.it
Nicolas Viola
Nicolas Viola

Una squadra che, dopo 50 secondi di gioco, si trova già in svantaggio, per una colossale dormita difensiva, difficilmente riesce a rimettersi in sesto. Non è stato così per il Benevento di Pippo Inzaghi che stasera non si è scoraggiato e via via si è ripreso ottenendo, alla fine, un più che meritato pareggio. Marcatori: Sansone al 1°, lasciato solo soletto in area a battere Montipò, e Viola al 60°, dopo una papera del portiere felsineo Skorupki che ha agguantato una palla e cadendo l’ha persa. Nella circostanza, è stata una chicca il tocco di tacco del capitano del Benevento con cui ha fatto rotolare la sfera in rete.

La gara si è giocata sotto la neve che, soprattutto, nella seconda parte del secondo tempo, ha fortemente condizionato la gara, a partire dal precario equilibrio dei calciatori in campo.

Nella prima frazione di gioco, il Benevento ha avuto due buone occasioni per pareggiare. Con Viola al 15° che si è involtato verso la porta dopo aver preso palla a Danilo: il suo tiro angolato però è stato respinto in tuffo dall’estremo difensore emiliano. Un minuto dopo, i rossoblù sono stati salvati dal palo che ha negato a Caprari la gioia del gol, a Skorupki battuto. Il Bologna, invece, al 40° ha sprecato il gol del 2-0 con Sansone che di testa solo davanti al portiere campano l’ha messa fuori.

A inizio ripresa ancora Sansone è stato pericoloso, ma sul suo tiro in piena area Depaoli, alla disperata, è riuscito a salvare. Dopo una clamorosa ripartenza sprecata da Lapadula che inopinatamente ha tirato (senza esito), avendo due compagni liberi e messi molto meglio per concludere, all’84° la palla buona è giunta fortunosamente a Poli ma Montipò gli è uscito incontro prendendo il pallone diretto in fondo al sacco.

Pareggio tutto sommato giusto – date anche le condizioni improbe in cui si è giocato - e comunque con qualche rimpianto in più per i sanniti. I quali hanno sciorinato una prestazione gagliarda, dimostrando quella grinta e quella abnegazione collettiva che sono state le doti principali in questa sua seconda stagione in serie A e che sono la migliore benzina per affrontare le due prossime gare contro Roma, al ‘Ciro Vigorito’ (domenica 14 febbraio), e poi contro il Napoli (domenica 21 febbraio) al ‘Diego Armando Maradona’.
Intanto si va avanti in classifica: con il punto a testa odierno, Benevento e Bologna appaiate salgono a quota 24 punti.

IL TABELLINO

Bologna: Skorupski, Tomiyasu, Danilo, Soumaoro, Dijks, Dominguez (53, Poli), Schouten (81’, Palacio), Skov Olsen (71’, Orsolini), Soriano, Sansone (71’, Vignato), Barrow. A disposizione: Da Costa, Hickey, Mbaye, Baldursson, Antov, De Silvestri, Ravaglia, Juwara. Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

Benevento: Montipò, Barba (76’, Foulon), Glik, Tuia (81’, Caldirola), Depaoli, Hetemaj (81’, Dabo), Schiattarella, Viola, Caprari (70’, Sau), Iago Falque (70’, Insigne), Lapadula. A disposizione: Manfredini, Lucatelli, Pastina, Tello, Moncini, Gaich, Di Serio. Allenatore: Filippo Inzaghi.

Arbitro: Ghersini di Genova.

Ammoniti: Dominguez, Soriano, Vignato, Schiattarella, Monitpò.