Anche il Comune di Sant'Angelo a Cupolo tra i sostenitori di 'Riverberi'

- Cultura Spettacolo IlVaglio.it
Luca Aquino
Luca Aquino

Il Comune di San’Angelo a Cupolo si aggiunge a quelli di Pietrelcina e Torrecuso e aderisce ufficialmente all’edizione 2015 di Riverberi. Un ulteriore tassello che, a 4 mesi all’inizio del festival, consente già di eguagliare il numero di comuni della provincia che hanno partecipato alla manifestazione musicale dello scorso anno. Scrivono gli organizzatori: "Anche nel caso di Sant’Angelo a Cupolo la collaborazione con Riverberi si rinnova, a dimostrazione che ormai esistono alcune realtà in cui la manifestazione si è radicata nel tempo". “Siamo al lavoro già da qualche mese per l’organizzazione della nuova edizione - spiega il direttore artistico Luca Aquino - ed è come se dopo Riverberi Cassa Armonica a dicembre non ci fossimo mai fermati.

Dopo il successo riscontrato in termini di presenze nel 2014, quest’anno l’obiettivo è quello di incrementare l’utenza, per cui abbiamo intenzione di allestire un programma artistico ancora più intenso e coinvolgente e di disseminare artisti e performance, strategicamente, in vari paesi del Sannio. I principali concerti si terranno sempre a Benevento, ma parecchi comuni della provincia avranno la possibilità di godere di visibilità artistica e qualità musicale grazie alla partnership con Riverberi. Stiamo infatti chiudendo con diversi altri paesi per allargare i nostri ed i loro orizzonti”.

"A fare da traino nella definizione dei nuovi rapporti - continua la nota d'annuncio - la valenza del progetto artistico targato Riverberi e le conseguenti ricadute sul territorio in termini di attenzione mediatica, immagine, ricercatezza, espressione e peculiarità delle proposte. Un approccio nuovo ad un universo ricco di contaminazioni come quello jazz, precursore di tutti i più apprezzati e gettonati stili moderni".