Martignetti: Difensore Civico, occasione persa definitivamente

- Archivio

Rito Martignetti, presidente dell’associazione Isidea, ha preso spunto della nomina “pur se tra polemiche, da parte della Regione Campania che ha nominato in questi giorni il suo difensore civico“ per lamentarne la mancanza al Comune di Benevento. Il sindaco attuale la promise nel 2006 e, dopo la sua rielezione, lo ha ‘caricato” nelle competenze dell’unica donna assessore della sua attuale Giunta, anche non potendoselo più permettere! Per contenimento della spesa pubblica, infatti, la legge finanziaria 2010 ha abolito il difensore civico comunale, con seri dubbi di legittimità costituzionale che qualcuno ha sollevato a livello di Comunità Europea“.

Martignetti poi illustra che ne sarebbero potuti derivare “a tutela del cittadino rispetto alle carenze, disfunzioni, abusi e ritardi della pubblica amministrazione, tutela che derivava la sua efficacia anche dal diritto di accesso che il difensore aveva sugli atti dell’amministrazione stessa…

Adesso le funzione dei difensori civici comunali potranno essere attribuite ai difensori civici della Provincia di Benevento, nel cui territorio rientra il comune capoluogo, che assumono la denominazione di difensori civici territoriali. Ma aspettarsi dalla Provincia, dal destino incerto, l’istituzione del difensore civico, vanamente previsto nel suo Statuto, ci sembra purtroppo anacronistico“.