Falanghina al Borgo, tre giorni di kermesse a Bonea

- Cultura Spettacolo - Gli appuntamenti - Comunicato stampa

Scrive l'ufficio stampa della manifestazione: Il borgo e la sua storia. Il vino - sua Maestà la Falanghina - con i suoi sapori e la sua tradizione. Una tre giorni all'insegna del buon vino, della musica popolare, delle prelibatezze del territorio. Il tutto immersi nello splendido Borgo di Bonea, 2000 anime ai piedi del Taburno, culla della Villa dell'imperatore romano Marco Cocceio Nerva.

Prenderà inizio nella giornata di domani, giovedi 11 agosto, per proseguire in quelle di venerdi 12 e sabato 13, la nuova edizione di Falanghina al Borgo, kermesse promossa dal Comune di Bonea, dal 2019 parte del circuito delle Città del vino, con fondi a valere sul Poc Campania 2014-2020. Al centro dell'offerta la prelibatezza enologica data, appunto, dal Vino Falanghina, peculiarità tutta sannita. Le cantine del territorio, ma anche produttori gastronomici vari e locali attività ristorative arricchiranno le serate con propri stand, offrendo degustazioni ad una platea che, nelle ultime edizioni, ha affollato numerosa e appassionata i vicoletti di Bonea. La tre giorni si snoderà integralmente attraverso la parte antica del paese, tra pietre ed angoli suggestivi che sono testimoni, ad un passo dai luoghi della antica Caudium, di millenaria storia. Deliziati dal folclore della musica popolare e dalle evoluzioni degli artisti di strada.

"Ripartiamo dopo due anni di forzato stand by - commenta il Primo Cittadino di Bonea, Giampietro Roviezzo - Lo facciamo con rinnovato entusiasmo. Ringraziamo la Regione Campania, il circuito tutto delle Città del vino, come anche i produttori e le cantine del territorio. Il vino Falanghina è ricchezza e occasione di crescita per i nostri luoghi: per questo abbiamo, anni fa, ideato una manifestazione che fosse ad essa dedicata e intendiamo articolarla e farla crescere ulteriormente. L'entroterra del Sannio presenta un incontro suggestivo di tradizioni, di squisitezze enogastronomiche, di luoghi ancora genuini. Una grande possibilità per le nostre Comunità che dobbiamo sfruttare in chiave di sviluppo e crescita collettivi".

Domani sera, intanto, alle ore 18:30, presso la chiesa di San Sebastiano, presentazione della kermesse con un incontro-convegno intitolato "Falanghina verso la Docg. Il nuovo piano, le nuove prospettive". Interverranno Guido Invernizzi, docente Ais, Libero Rillo, Presidente Consiglio Sannio Falanghina, Nicola Matarazzo, Direttore Consiglio Sannio Falanghina. Saluteranno Giampietro Roviezzo, locale sindaco, Costantino Caturano, Presidente del Parco regionale del Taburno, e Gennaro Caporaso, Presidente della Comunità montana del Taburno. Modererà il giornalista Pasquale Carlo.