‘Vite all’incrocio’, il libro di Procaccini presentato al Centro La Pace

- Cultura Spettacolo - Gli appuntamenti - Comunicato stampa

‘Vite all’incrocio’, il libro di Giuseppe Procaccini sarà presentato martedì 5 luglio, a partire dalle ore 18 all’interno dell’Auditorium ‘Don Emilio Matarazzo’ presso il Centro ‘La Pace’ di Benevento. Un incontro con l’autore e con le massime cariche istituzioni e religiose per parlare di un romanzo che ha come protagonisti due personaggi che, per ragioni di lavoro e familiari, sono costretti a dover affrontare diversi viaggi toccando tante città. Ma questa diventa anche l’occasione per raccontare le bellezze di ogni zona visitata, con un finale per nulla scontato.

Dopo i saluti istituzionali affidati a S.E. Mons. Felice Accrocca, Arcivescovo Metropolita di Benevento, S.W. dott Carlo Torlontano, Prefetto di Benevento, Nino Lombardi, Presidente facente funzione della Provincia di Benevento e Clemente Mastella, sindaco di Benevento, ci sarà spazio - ricorda la nota diffusa alla stampa - per gli interventi nei quali si parlerà del romanzo. Prenderanno la parola Mons. Mario Iadanza, Direttore dell’Ufficio Diocesano per i Beni Culturali e Arte Sacra, la Dott.ssa Antonella Tartaglia Polcini, assessore con delega alla Cultura del Comune di Benevento e infine, il dottor Procaccini, autore del libro e già Prefetto. Gli interventi saranno intervallati dalle melodie eseguite col sax del maestro Armando Dello Iacovo. Si ringraziano, per le realizzazione dell’evento e per la piena disponibilità, il prefetto Carlo Torlontano, la segretaria particolare Sonia Damiano, Don Teodoro Rapuano, sacerdote della Chiesa di Santa Rita e responsabile del plesso La Pace e infine il mentore dell’evento, Rosario Meoli.

***

Giuseppe Procaccini capo di gabinetto del ministero dell’Interno dal 2008 al 2013, si laurea in Giurisprudenza nel 1970 e nel 1972 entra al Ministero dell’Interno.
Arriva a Roma dopo essere stato a Belluno e Rieti, e dopo un periodo al Ministero del Tesoro diventa componente di numerose Commissioni, accompagnando a Bruxelles nel 1990 l’ex Ministro del Tesoro, Guido Carli, alla firma del Trattato di Maastricht. Nominato nel 1995 Prefetto e direttore della Scuola Superiore del Ministero dell’Interno dove è rimasto fino al marzo 1996 quando il Consiglio dei ministri lo nomina Prefetto di Latina, nel luglio del 2000 diventa capo della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza.
Sono gli anni in cui lavora a stretto contatto con Gianni De Gennaro, allora capo della Polizia e con il quale Procaccini stringe un ottimo rapporto. Nel novembre 2001 viene nominato vice Capo della Polizia e nel 2006 Capo del Dipartimento per le politiche del personale dell’amministrazione civile e per le risorse strumentali e finanziarie.
Nel giugno del 2008 è nominato da Maroni capo di Gabinetto del ministro.