"2023, anno del turismo di ritorno": il progetto presentato a palazzo Paolo V

- Politica Istituzioni - Gli appuntamenti - Comunicato stampa

Giovedì 19 maggio alle ore 15:30, presso la sala convegni di Palazzo Paolo V, si terrà la presentazione del progetto “2023 Anno del Turismo di Ritorno. Alla Scoperta delle Origini” e del comitato promotore dell’iniziativa.

Dopo i saluti di Clemente Mastella (sindaco di Benevento), Gerardo Canfora (rettore dell’Università degli Studi del Sannio) e Franco Picarone (presidente della Commissione Bilancio della Regione Campania), sono previsti gli interventi dei componenti del comitato promotore nazionale: Alfonso Giannella (presidente campano di Borghi più Belli d’Italia), Giorgio Scala (presidente Fondazione Saccone), Tony Lucido (presidente Unpli Campania) e Vincenzo Luciano (presidente Uncem Campania). A seguire ci sarà la presentazione del progetto e del comitato promotore da parte di Michelangelo Lurgi (presidente Rete Destinazione Sud) e gli interventi di Felice Casucci (assessore al Tursimo Regione Campania), Michele Cammarano (presidente della Commissione Aree Interne della Regione Campania), Sandra Lonardo (senatrice) e Tommaso De Simone (vicepresidente nazionale Unioncamere).

“L’idea che muove il progetto – spiegano il sindaco Clemente Mastella e l’assessore al Turismo, Attilio Cappa, attraverso la nota diffusa alla stampa - è quella di rilanciare l’immagine dell’Italia e di promuovere il Paese attraendo turismo e investimenti, favorendo l’export, gli incontri commerciali e creando collaborazioni stabili con i nostri connazionali. L’obiettivo è di dare vita a un Expo internazionale dell’italianità. Un evento diffuso in cui ogni Regione e Comune aderente, in sinergia con le imprese, potrà esporre le proprie eccellenze culturali, produttive, enogastronomiche e turistiche. Il Turismo di Ritorno sarà infatti una leva che consentirà, attraverso la promozione delle tradizioni regionali, delle eccellenze, dei borghi e dei territori da dove è partita l’emigrazione, di intercettare i connazionali che sono interessati alla ricerca delle proprie origini e a conoscere l’Italia. La riscoperta della propria Italianità e l’orgoglio delle proprie origini sarà il pretesto per invitare i connazionali all’estero non solo a tornare in Italia per turismo, ma anche per invitarli a investire per rivitalizzare intere aree del Paese, creando lavoro e occupazione e valorizzando competenze e talento dei giovani italiani. Di qui la scelta operata dal Comune di Benevento di aderire e di partecipare alla costituzione del comitato promotore dell’iniziativa”.