"Sola e di me stessa!": a Benevento contro la violenza sulle donne

- Solidarietà - Gli appuntamenti - Comunicato stampa

Scrivono gli organizzatori: "... Sola e di me stessa!" da una citazione di Sibilla Aleramo, il titolo della due giorni organizzata da Culture e Letture aps in occasione del 25 novembre - Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. L’iniziativa si terrà negli spazi del Teatro dell'Oratorio Giardini Merici a Benevento i prossimi 24 e 25 novembre e offrirà delle incursioni su alcune delle mostre tenute in precedenti occasioni declinate sul tema del femminile oltre la proiezione di un video relativo alla mostra "What Were You Wearing” (già ospitata da Culture e Letture due anni fa) realizzato da Libere Sinergie in collaborazione con Amnesty International.

Nell'ambito degli incontri ci sarà anche la cerimonia di premiazione della Seconda edizione del Premio Sentire di donna dedicato alla narrativa e alla poesia sul tema "Quella volta che ho deciso di vivere la mia vita".

Questo il programma degli incontri l’accesso ai quali è consentito, secondo la normativa anticovid, ai possessori di green pass con obbligo di prenotazione al 3496672566

Mercoledì 24 novembre, alle 18:00, Cerimonia di premiazione del concorso “Sentire di donna” i cui premi consistono in opere d'arte del Maestro Alfredo Verdile.

Alla cerimonia presentata da Nadia Morelli parteciperanno Elide Apice, vice presidente Culture e Letture aps, Rossana Carturan, autrice di "Marinella" (edizioni All Around) scritto in collaborazione della Casa Internazionale delle Donne e Simona Barbone, presidente della Camera penale di Benevento.
Le letture sono affidate a Alda Parrella.

Alle 19:00 "Tracce acustiche di Merysse" un percorso tra le parole che la giovane cantautrice beneventana ha scritto dedicandole a tutte le donne.

Giovedì 25 novembre, con ingresso entro le 18: 30, Maurizio Tomaciello e Alda Parrella in “... E ora Teatro!”, monologhi sul tema della violenza di genere.

Si ringrazia l’Officina della solidarietà e don Marco Capaldo per l’ospitalità.