Giornate d'Autunno FAI: nei borghi di Molinara e San Marco dei Cavoti:

- Cultura Spettacolo - Gli appuntamenti - Comunicato stampa

Scrive l'ufficio stampa dell'associazione: I Giovani del FAI, con il supporto di tutte le Delegazioni, i Gruppi FAI e i Gruppi FAI Ponte tra culture, propongono per sabato 16 e domenica 17 ottobre la decima edizione delle Giornate d’Autunno con visite in luoghi solitamente inaccessibili o poco noti in 300 città d’Italia tra cui 42 luoghi del Ministero della Difesa, dello Stato Maggiore della Difesa e delle Forze Armate, aperti in occasione del centenario del Milite Ignoto. Torna la grande festa delle Giornate FAI, la più importante manifestazione di piazza dedicata al nostro patrimonio artistico e culturale che vedrà coinvolti oltre 5.000 tra delegati e volontari FAI in tutta Italia. L’opportunità, ogni anno nuova e diversa, per accostarsi a un patrimonio smisurato e policromo e all’ambiente che lo circonda, prodigo di natura, arte e storia raccontato per l’occasione con l’entusiasmo contagioso di tutti i giovani che sposano la missione culturale del FAI.

Anche la Delegazione FAI di Benevento, con il Gruppo Fai Giovani, partecipa a questa 10° edizione delle Giornate FAI di Autunno. Sabato 16 e domenica 17 Ottobre accompagneremo i visitatori alla scoperta di due antichi borghi del Sannio. Le nostre Giornate Fai di Autunno "A SPASSO NEI BORGHI", si propongono, infatti, di raccontare il centro storico di MOLINARA e SAN MARCO DEI CAVOTI, due antichi borghi di grande fascino in un ameno territorio verde.

I visitatori potranno passeggiare nelle viuzze dell'artico borgo di MOLINARA recentemente recuperato e potranno visitare anche la Chiesa di Santa Maria dei Greci considerata uno degli edifici sacri più rari e prestigiosi del Meridione.

La passeggiata dedicata ai borghi storici è proposta anche a SAN MARCO DEI CAVOTI, tipico paesino medievale arroccato sulla collina con edifici in pietra e torri, rinomato anche per la produzione dolciaria borgo. Sarà possibile accedere a molti punti di interesse quali il Museo Modern, Il Museo degli orologi da torre, due musei unici nel proprio genere, e ad antiche dimore private, e scoprire bellissimi angoli di natura. Le visite dei musei sono a cura degli Apprendisti Ciceroni dell’Istituto Tecnico Economico Medi Livatino di San Marco dei Cavoti .

Nel Museo degli orologi da torre vi sarà, inoltre, DISMISSIONI, un'installazione-video, curata e realizzata da Giuliana Ippolito e Maria Francesca Ocone, produzione e direzione sonora di Valentino Santarcangelo e Alessia Sorrentino: "Le mura di una casa tracciate col gesso sul pavimento. Mobili, oggetti personali, abiti, carte, libri, ci accolgono disposti come fossero stati appena lasciati a raccontarci della forma d’affezione umana a cui hanno partecipato e di cui sono ancora avvolti. Dismettere, rinunciare, abbandonare sono azioni che occupano uno spazio mentale, emotivo e fisico: se non ne abbiamo cura, se non lo trasformiamo simbolicamente, diventa discarica. L’installazione interroga la dimensione sospesa di ciò che è stato dismesso da qualcuno e non “ancora” goduto da altri, tanto che remissione, distruzione delle cose, abbandono liberatorio sono istituti di “rinuncia codificati”, per i quali quando si rinuncia a qualcosa non è automatico che altri possano goderne ed è qui che la dimensione collettiva della memoria acquista rilevanza e potere. Lo spazio dell’istallazione è uno spazio sospeso come è sospeso il tempo che abbiamo appena attraversato, uno spazio in cui accantoniamo o sospendiamo l’azione, preludio a ciò che si deve compiere, sentimento che stiamo attraversando, strada che stiamo percorrendo. DISMISSIONI è anche una riflessione sulla cura e la partecipazione collettiva, sul valore e sul disvalore che attribuiamo alle cose che ci sono appartenute e che lasciamo andare o abbandoniamo: dall’oggetto più umile e intimo al bene monumentale per quali sempre necessitiamo di riconoscimento, di presa in carico e di memoria".

Per tutta domenica 17 ottobre nel borgo di Molinara non mancheranno le sorprese: è prevista, infatti, la presenza del collettivo regionale dell'associazione Sahaja Yoga che coinvolgerà i presenti con meditazione, musica e danza. Sempre domenica 17 ottobre, ci sarà celebrazione liturgica serale delle ore 18,00 per l'occasione eccezionalmente prevista nella Chiesa di Santa Maria dei Greci; a seguire, alle 19,30, sempre nella chiesa, "ANNO 1000, Preghiera Senza Confini" invocazione cantata delle antiche preghiere del Canto Beneventano come fusione tra due culture - longobarda e bizantina, in collaborazione con la Schola Cantorum San Rocco di Molinara e la Schola Cantorum Orbisophia di Benevento. Naturalmente nella zona sarà anche possibile pranzare nei ristorantini locali.

Ringraziamo per la preziosa collaborazione:

PER MOLINARA: Comune di Molinara nella persona del Sindaco Giuseppe Addabbo e del Vice-Sindaco Pasquale Baldino, dell'Assessore alla Cultura Lucilla Cirocco; Cons.Giuseppe Girolamo; Ufficio Tecnico del Comune di Molinara; Don Sergio Ingegno Parroco Chiesa Santa Maria dei Greci; Fondazione Attilio Emanuele; Associazione Pro-loco di Molinara, Associazione Terra Giovane di Molinara; Protezione civile gruppo di Molinara; Prof.ssa Lucia Raucci; Renata e Luca Santoro per Palazzo Santoro ex Palazzo Ducale di Molinara; dott.ssa Cristina Addabbo; prof.ssa Angela Iacobucci; Schola Cantorum San Rocco di Molinara; Schola Cantorum della Associazione culturale Orbisophia di Benevento nella persona della Presidente Tatyana Shyshnyak; Collettivo regionale Campania dell' Associazione Sahaya Yoga.

PER SAN MARCO DEI CAVOTI Comune di San Marco dei Cavoti nella persona del Commissario Prefettizio dr. Mario La Montagna e dell'ex Sindaco Roberto Cocca; Don Luigi Ulano Parroco di San Marco dei Cavoti; Istituto Tecnico Economico Medi Livatino di San Marco dei Cavoti nella persona della Dirigente Prof.ssa Maria Cirocco e dei docenti tutti, con gli studenti dell'I.T.E. Medi Livatino di San Marco dei Cavoti nelle vesti di Apprendisti Coceroni: Carbone Diletta,Carpinelli Miriana, Cocca Mattia, Corbo Antonella, Costantini Giusy, Costantini Iris, Costantini Maria, De Donato Marco De Padua Naomi, Iacocca Antonella, Petrone Martina, Pizzella Viviana, Polvere Gloria, Tozzi Giusi, coordinati dalle docenti Teodolinda Cocca e Antonietta Cocca; Dott.Vincenzo Pomarico; Protezione civile Farnitum di San Marco; Museo Modern nelle persone del prof. Andrea Jelardi e Luisa Taiani; Prof.ssa Dora Pia Colatruglio per Palazzo Zurlo; Rosanna De Blasio; prof.ssa Anna Colarusso; Arch.Sara Capuozzo; avv.Carla Cocca; B&B Vicidomini; per "DISMISSIONI" Giuliana Ippolito e Maria Francesca Ocone; l'artigiano del rame Nicola Soriano.

***

Le visite si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19. In base alle disposizioni del D.L. 105 23/07/2021, l'accesso sarà possibile solo alle persone in possesso della certificazione verde Covid-19 (Green Pass). La certificazione verde è richiesta anche per l'ingresso ai luoghi di carattere naturalistico. Per i bambini al di sotto dei 12 anni il Green Pass non è obbligatorio.