A Calvi saranno effettuati anche test sierologici con prelievo venoso

- Politica Istituzioni - Comunicato stampa

Scrive l'ufficio stampa dell'ente locale: Il Comune di Calvi, dopo essersi distinto nella fase 1 per aver svolto tantissime iniziative, sta continuando il suo percorso a tutela della propria comunità, dimostrando molta vicinanza ai propri cittadini anche in questa fase 2.

Dopo la comunicazione di aver attivato da qualche giorno il servizio ADOTTA UN NONNO, come conseguenza di evidente ed accertata solitudine di cittadini calvesi nella fase 1, persistente anche nella fase 2, il Sincado di Calvi, Avv. Armando Rocco ha comunicato l’attivazione di un’altra importante iniziativa. “A Calvi - ha comunicato il Primo Cittadino Rocco - saranno effettuati oltre ai TEST RAPIDI, che continueremo a svolgerli, come stiamo facendo da oltre due mesi, ogni settimana ed ai TAMPONI RINO-FARINGEI che saranno effettuati sui cittadini risultati positivi ai predetti test rapidi, anche i TEST SIEROLOGICI CON PRELIEVO VENOSO, importanti sia per i cittadini che per la ricerca.

Il Ministero della Salute in collaborazione con l’Istat e su indicazione del Comitato Tecnico Scientifico ha scelto il Comune di Calvi tra gli Enti in cui promuovere un’indagine di sieroprecalenza della popolazione, inerente l’infrazione da virus SARS COV-2. È un importante test sierologico, effettuato su campione di sangue su prelievo venoso, che permetterà di capire la reale circolazione dell’infezione virale, ovvero quante persone sono venute a contatto con il virus. Tale indagine sieropidemiologica sulla popolazione generale in Italia sarà anche utile a caratterizzare le differenze di prevalenza dell’infezione tra le varie fasce di età a localizzazione territoriale delle persone coinvolte e attività economica da loro svolta, così da meglio comprendere come si diffonde la malattia.

Siamo tra gli 8 Comuni sanniti scelti per tale accertamento, tra i 133 Comuni scelti, a abbiamo l’onore di rientrare tra le 150.000 persone scelte tra i residenti delle Regioni e Province Autonome Italiane. L’indagine sarà realizzata con la collaborazione della Croce Rossa Italiana che contatterà individualmente e telefonicamente le persone selezionate per il test sierologico, illustrandone l’importanza e chiedendone là disponibilità per poi fissare un’unica data per tutti gli accertamenti inerenti il nostro territorio".

Dalla stessa comunicazione ricevuta dal Sindaco Rocco si evince anche che nel caso in cui la persona selezionata sia impossibilitata a raggiungere la sede individuata il personale della Croce Rossa Italiana concorderà il prelievo presso il domicilio dell’interessato. "È un altro segno che ci ripaga per i tanti sacrifici e per le tante iniziative effettuate per la nostra Comunità ma, al tempo stesso, ci stimola ad andare avanti, a presentare nuove idee e nuove iniziative per tutti i nostri concittadini. Per la nostra Comunità abbiamo progettato ed effettuato tutti i controlli possibili e immaginabili anti COVID-19: TERMOMETRI AD INFRAROSSI(ELETTROSCANNER), SATURIMETRI, TEST RAPIDI, TAMPONI RINO-FARINGEI, TEST SIEROLOGICI CON PRELIEVO VENOSO. Tutto ciò che poteva essere realizzato per i propri concittadini è stato effettivamente attuato. Amore e passione per la propria Comunità fanno sempre la differenza”.