Apice, emergenza idrica: l'U.Di.Con chiede interventi

- Politica Istituzioni - Comunicato stampa

“Da circa due mesi nel comune di Apice e nelle zone limitrofe è sospesa la fornitura dell'acqua da parte del gestore Alto Calore – scrive in una nota il Responsabile dell’U.Di.Con. di Apice, Michele Mesisca –: ad esser coinvolti in questo disagio circa 12 paesi della Provincia di Benevento e 9 della provincia di Avellino. Puntualmente, da due mesi a questa parte, ogni giorno dalle ore 12 manca l'acqua e quest’assenza è giustificata per le continue rotture delle condotte che arrecano molte difficoltà e molti disagi ai cittadini. Tutto ciò in ragione del fatto che la maggior parte degli utenti utilizza l’acqua nella fascia oraria tra le 17:30 e le 20, di ritorno da lavoro. Non possiamo accettare che questa situazione persista ancora per molto tempo, in quanto l’acqua è un bene pubblico e, come tale, deve essere accessibile a tutti. Ci uniremo al grido dei sindaci dei comuni coinvolti chiedendo interventi tempestivi agli enti competenti e continueremo a far presente questo malcontento generale – conclude Mesisca nella nota diffusa alla stampa – sperando che questo disagio cessi di esistere quanto prima perché i cittadini sono esausti”.