Equitazione ricreativa per i disabili

- Solidarietà - Comunicato stampa

“Benessere psicologico dato dalla relazione uomo-cavallo” è stato il tema trattato nel convegno tenutosi qualche giorno fa presso l’Università Giustino Fortunato di Benevento in occasione della X edizione della Settimana del Benessere Psicologico. L’obiettivo dell’incontro è stato quello di mettere in contatto il pubblico con i benefici psico-fisici dati dalla relazione con il cavallo.

A tal fine, ricorda la nota diffusa alla stampa, centrale è stato l’intervento della psicologa Elena Iannotti che ha sottolineato i riscontri positivi ottenuti con le attività di “Equitazione Ricreativa Disabili”, portate in campo da circa due anni dal Centro Tufini. “L’utilizzo del cavallo – spiega Claudio Nardone, Istruttore Federale, e docente formatore del corso in Interventi Assistiti con gli Animali (IAA) - permette di far sperimentare al bambino esperienze motorie, cognitive, emotive, sensoriali e sensitive in un’atmosfera ricca e motivante. Il cavallo è un animale eccezionalmente empatico, saggio, capace di coinvolgere persone in difficoltà in una esperienza attiva e piacevole. Soggetti con patologie diverse possono trarre importanti benefici dall’interazione con esso. È per questo motivo che il Centro Tufini continuerà ad essere sempre più attivo nella realizzazione di questa tipologia di interventi”. Numerose sono le attività che stanno nascendo sul territorio e che vedono protagonista il Centro Ippico Tufini, affiliato Oipes Engea. Il centro infatti, è stato scelto come unica sede in cui si svolgerà la parte del “Corso propedeutico IAA-Coadiutore cavallo” organizzato dalla Asl di Foggia e dalla ASL di Benevento, inoltre farà parte di un progetto scientifico sperimentale promosso dall’Università Giustino Fortunato in collaborazione con la neuropsichiatria della ASL di Benevento.