Dal concorso di interpretazione Samnium al Teatro San Carlo

- Cultura Spettacolo - Comunicato stampa

Il vincitore della sezione Oboe - categoria Senior - della II edizione del Concorso Internazionale di Interpretazione Musicale “Samnium, Gioele Coco, collaborerà con il Teatro San Carlo di Napoli. L’oboista catanese- ricorda la nota diffusa alla stampa - sarà impegnato in diverse produzioni dell’istituzione napoletana, tra cui “La Cavalleria Rusticana” e numerosi concerti in programma a Ravello e a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019. Il contratto, firmato nei giorni scorsi, rappresenta l’esito fattivo di uno degli obiettivi del concorso, che quest’anno, da regolamento, ha previsto l’inserimento dei finalisti e dei vincitori in una graduatoria di merito per collaborare con il Teatro San Carlo di Napoli.

La competizione musicale, strutturata nella sezioni Clarinetto, Oboe e Musica d’Insieme, svoltasi dal 4 al 14 aprile scorsi a Benevento tra il Museo del Sannio, Palazzo Paolo V e il Teatro San Vittorino, è stata promossa ed organizzata dall’Accademia AcliArteSpettacolo Progetto Musica di Airola in collaborazione con le Acli – sede provinciale di Benevento, la Camera di Commercio di Benevento e con il patrocinio, tra gli altri, del Teatro San Carlo di Napoli. Ha visto, inoltre, la partecipazione di centinaia di musicisti provenienti da tutto il mondo e di una nutrita delegazione del Conservatorio di Shangai, animando per diversi giorni il capoluogo sannita e ottenendo grande plauso da parte dei membri delle commissioni giudicatrici, composte da prestigiosi professionisti della musica internazionale. Grande soddisfazione per il contratto a Coco è stata espressa dal presidente dell’accademia Progetto Musica Acli ArteSpettacolo e referente provinciale di Acli ArteSpettacoloSannio, M°Carmine Ruggiero e dal coordinatore artistico del Concorso Internazionale di Interpretazione Musicale “Samnium M°Giuseppe Benedetto, professore di Corno inglese al Teatro San Carlo di Napoli. “Si tratta – hanno dichiarato Ruggiero e Benedetto - di un risultato entusiasmante per una iniziativa che realizza, non solo uno scambio formativo e culturale ma, soprattutto, crea concrete opportunità occupazionali per i musicisti che vi partecipano e che si sottopongono al vaglio rigido di prestigiosi professionisti della musica e direttori d’orchestra di fama internazionale”.

Vivo apprezzamento è giunto anche dal presidente delle Acli – sede provinciale di Benevento, Danilo Parente e dal vice presidente della Camera di Commercio di Benevento, Aurelio Grasso. Come già in altre in occasioni, Parente e Grasso hanno ribadito “l’importanza di iniziative di questo tipo per rivitalizzare il territorio e per creare opportunità lavorative per i giovani, che sempre più spesso e drammaticamente scelgono di lasciare l’Italia per realizzare progetti di vita e valorizzare la proprie competenze.” E’ stato, inoltre, lo stesso direttore artistico della sezione Oboe del Concorso, M°Domenico Sarcina (primo oboe del Teatro San Carlo di Napoli) in occasione della cerimonia finale di premiazione del 6 aprile scorso, a dichiarare di “ravvisare nel concorso e nei tanti oboisti di talento che hanno partecipato alla competizione la via per un futuro roseo delle orchestre italiane”, definendo “lodevole l’iniziativa e tenaci gli organizzatori in un momento difficile per la musica e soprattutto per le orchestre” e auspicando che “la politica e il mondo della musica siano aperti a questi nuovi grandi musicisti”. A sottolineare l’importanza di iniziative di questo tipo è stato anche lo stesso presidente della commissione per la sezione Oboe e primo Oboe dell’Orchestra Filarmonica de Radio France e uno dei più apprezzati e riconosciuti oboisti contemporanei, M°Jean Louis Capezzalì, esprimendo plauso agli organizzatori e forte apprezzamento per l’alto livello tecnico dei partecipanti. L’iniziativa ha goduto, inoltre, del patrocinio di Regione Campania, Provincia e Comune di Benevento, del Comune di Sant’Agata de’ Goti, della Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, del Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento, dell’Accademia Italiana del Clarinetto, delle Acli – sede provinciale di Benevento, del Liceo Musicale – I.I.S. “A. Lombardi” di Airola, del Liceo Musicale – I.I.S. “Carafa-Giustiniani” di Cerreto Sannita e del Liceo Statale Musicale “Guacci” di Benevento.