Il Benevento di Inzaghi vince con merito il big match contro il Perugia e mantiene la testa della classifica

- Sport IlVaglio.it
Filippo Inzaghi
Filippo Inzaghi

Il risultato finale di Benevento - Perugia dichiara una vittoria di misura (1-0), ma i giallorossi hanno meritato molto più di quanto dicano queste scarne cifre. Il successo è stato frutto di una complessiva superiorità tecnico-tattica dei padroni di casa, più forti anche sul piano della grinta. I sanniti infatti hanno giocato quasi l'intera ripresa in inferiorità numerica ma lo hanno fatto bene, senza correre eccessivi pericoli, anzi, costruendo più occasioni da gol rispetto agli umbri.

La marcatura decisiva è arrivata nella prima frazione di gioco, dopo una bella azione partita da un cross di Letizia per Insigne che ha rimesso la palla al centro area dove Armenteros, in maniera un po' goffa ma sicuramente efficace, ha appoggiato in rete. Altri gol potevano arrivare, ma le finalizzazioni sono mancate, in particolare quelle di Coda in un periodo 'no', come bomber, a prescindere cioè dal suo prezioso impegno durante la gara, mai fatto mancare. Nella ripresa, a fallire due nitide palle gol, sono stati invece Improta e Insigne.

Un improvvido intervento di Tello su Falzerano ha sancito l'espulsione del sudamericano, come detto, all'inizio del secondo tempo. Un episodio che poteva far ribaltare la situazione di vantaggio, con merito acquista fino ad allora dai giallorossi. Ma da una parte il Perugia non ne ha saputo approfittare, dall'altra il Benevento - come gioco di squadra e come gruppo compatto - ha dato il meglio di sé, raddoppiando gli sforzi e mantenendo il vantaggio che ben avrebbe potuto incrementare. Anche il Perugia è poi rimasto in 10, ma solo nel finale per un fallaccio commesso da Carraro.

Nemmeno il recupero-monstre di 8 minuti concesso dall'arbitro Marinelli di Tivoli ha potuto far breccia nella difesa d'acciaio sannita, la migliore del campionato, con Montipò che ha fatto sicuramente il suo, in un paio di occasioni, senza eccessivi patemi.

E così il primato solitario in classifica è stato mantenuto dal Benevento, sconfiggendo una diretta concorrente che, prima di stasera, era un solo punto dietro. Dopo 8 gare ragazzi di Inzaghi hanno toccato quota 18 punti in classifica e, per ora, ne hanno 4 di vantaggio sulle seconde, il Perugia, appunto, e la Salernitana sconfitta nel pomeriggio a Venezia, nonché sull'Empoli che attende in casa la Cremonese e il Crotone impegnato sempre domenica 20 sul difficile campo del Pisa. Prossima gara per i giallorssi a Pescara, sabato 26 ottobre alle 15.

***
Il Tabellino
Benevento – Montipò, Tuia, Antei, Caldirola, Letizia, Insigne (Kragl, 68°) Hetemaj (Del Pinto, 87°), Viola, Tello, Armenteros (Improta, 55°), Coda. A disposizione: Manfredini, Gori, Gyamfi, Schiattarella, Basit, Di Serio, Sau, Vokic. Allenatore: Filippo Inzaghi.
Perugia - Vicario, Rosi, Gyiomber, Falasco, Di Chiara, Falzerano (Fernandes, 54°), Carraro, Kouan (Dragomir, 60°), Buonaiuto, Falcinelli, (Melchiorri, 76°), Iemmello. A disposizione: Fulignati, Albertoni, Nzira Rodin, Sgarbi, Mazzocchi, Nicolussi Caviglia, Balic, Capone. Allenatore: Massimo Oddo.
Arbitro: Marinelli di Tivoli.
Ammoniti: Hetemaj, Inzaghi, Antei, Viola, Kouan e Iemmello.
Espulsi: Tello e Carraro.