La convention sulla falanghina è un progetto della Provincia di Benevento

- Economia Lavoro IlVaglio.it

Scrive l'ufficio stampa della Provincia di Benevento: Con l’arrivo nel Sannio nel pomeriggio di oggi delle Delegazioni da tutta Italia, comincia la Convention Nazionale Città Del Vino, Sannio Falanghina 2019, "Città europea del Vino", che vedrà, fino a domenica prossima 20 ottobre, come protagonista proprio la Falanghina. L’evento, promosso dal Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, d’intesa con la Camera di Commercio di Benevento e i Comuni di Sannio Falanghina 2019, cui è andato il prestigioso riconoscimento di Recevin, mobilita l’Associazione nazionale Città del Vino, una rete delle 800 Città del Vino presenti in 11 Paesi europei, presieduta da Floriano Zambon.

La Convention Nazionale d’Autunno di Città del Vino si svolge a Benevento e nei Comuni dedicati alla vitivinicoltura del Sannio a seguito di una intesa tra i Presidenti Di Maria e Zambon raggiunta lo scorso 20 giugno 2019 quando, come si ricorderà, si svolse presso la Sala Consiliare della Provincia di Benevento alla Rocca dei Rettori, la Cerimonia di premiazione del XVIII Concorso Enologico Internazionale Città del Vino 2019, promossa dell’Associazione Nazionale Città del Vino, e nel corso della quale fu dedicato un momento speciale proprio con la premiazioni delle migliori Falanghine.

La Convention dell’Associazione non si occuperà comunque in senso stretto soltanto della produzione vitivinicola, anche se sono previste numerose visite nei luoghi di produzione del Sannio, nei Comuni, alle Cantine Sociali e ai vigneti: come hanno sottolineato di comune accordo i Presidenti Di Maria e Zambon, verrà affronta un tema di ampio respiro strategico: cioé un vero e proprio “Statuto del paesaggio rurale”, un regolamento per armonizzare le politiche locali nel settore ambientale e urbanistico che dovrà essere adottato da tutti i territori della Capitale europea del Vino.

Presso il Museo del Sannio, in piazza Giacomo Matteotti di Benevento, sabato 19 ottobre, a partire dalle ore 10.00, cominciano i lavori dell'Assemblea generale Città del Vino, che dibatterà il tema: “Città europea del Vino: quali le ricadute sul territorio?”. Per l’occasione saranno mutuate le esperienza del Progetto Biowine per il trasferimento di buone pratiche di gestione dal Veneto al Sannio, intrecciando i territori del Prosecco Superiore Docg Conegliano Valdobbiadene e di Sannio Falanghina (ed altri Comuni della Campania e della Basilicata) per giungere alla redazione e alla successiva adozione di un regolamento che armonizzi le politiche locali nel settore ambientale e urbanistico, ambiti strettamente legati alla gestione dei vigneti e dei paesaggi vitati.

Domenica 20 ottobre, con inizio alle ore 10 è prevista presso la Rocca dei Rettori, sede della Provincia di Benevento l’evento conclusivo dell’Assemblea “Città del Vino”.

La Convention dell’Associazione Città del Vino è un progetto della Provincia di Benevento, organizzato dalla stessa Associazione e dalle Amministrazioni Comunali di Castelvenere, Guardia Sanframondi, Sant’Agata de’ Goti, Solopaca, Torrecuso, con il coordinamento organizzativo Sannio Europa società in house della Provincia di Benevento. Per il successo dell’iniziativa si sono adoperati la Coldiretti Campagna Amica e la Confederazione Italiana Agricoltori, il Consorzio Sannio DOP tutela vini del Sannio con la collaborazione dell’Istituto Alberghiere “Le Streghe” di Benevento, la Confederazione Nazionale dell’Artigianato della Campania Nord Benevento, le Aziende La Guardiense, Masseria Roseto, Tenuta la Fortezza.